“PIN”, l’iniziativa per i giovani pugliesi innovativi presentata a Novoli

0
1085

PIN a NovoliNovoli (Le) – In un periodo in cui i piccoli enti faticano a trovare risorse e finanziamenti da poter mettere a disposizione dei cittadini, non è facile rispondere alla domanda su cosa possono fare le istituzioni per i più giovani. Ma proprio per cercare di non lasciare insoluto questo quesito, nasce dalla Regione Puglia un’iniziativa che cerca, almeno negli intenti, di andare controcorrente. Con queste premesse, dunque, la Regione sta portando avanti un progetto denominato appunto “PIN” (Pugliesi INnovativi), attraverso il quale cercherà di mettere a disposizione finanziamenti per l’avvio di progetti imprenditoriali.

Per promuovere tale iniziativa, la Regione sta “visitando” i vari comuni che hanno deciso di rendere maggiormente partecipe la propria cittadinanza del progetto regionale. Il Comune di Novoli ha pertanto ospitato, presso la sala conferenze del Palazzo Baronale, la presentazione del progetto, a cura di un tecnico della Regione. La conferenza si è tenuta alla presenza del sindaco di Novoli, Gianmaria Greco, il presidente del consiglio comunale, Giovanni De Luca e della consigliera con delega alle politiche giovanili Katia Cosma.  

“In una situazione di crisi, sentir parlare di finanziamenti a fondo perduto per i giovani, è un grande segnale – ha dichiarato il Sindaco di Novoli Greco, che ha fortemente voluto questa presentazione – come amministrazione abbiamo fatto di tutto affinché questa lodevole iniziativa non passasse inosservata, dando voce a questa possibilità per i giovani, ringrazio, pertanto, la Regione Puglia per l’opportunità offerta”.

La misura regionale è così rivolta ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, con l’obbligo della residenza in Puglia, che hanno un’idea imprenditoriale innovativa e desiderano svilupparla. La vocazione dei progetti che dovranno essere presentati, dovrà riguardare principalmente uno dei tre ambiti: culturale (valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico, turismo, sviluppo sostenibile); tecnologico (innovazioni di prodotto e di processo, economia digitale, sviluppo di nuove tecnologie); sociale (servizi per favorire l’inclusione sociale, miglioramento della qualità della vita, utilizzo di beni comuni).  

Il progetto prevede un contributo, a fondo perduto, che va da 10000 a 30000 euro, come copertura delle spese di gestione per il primo anno.  La candidatura avverrà tramite sportello on-line, direttamente dal sito, e sarà corredata dalla compilazione del modello “Canvas” necessario per la corretta valutazione della possibile riuscita di un’idea imprenditoriale. Tutti i dettagli sono rinvenibili sul sito “pingiovani.regione.puglia.it”.

Su iniziativa della presidenza del consiglio di Novoli e dell’assessorato alle politiche giovanili, tutti i giovani novolesi, sono stati personalmente invitati alla presentazione, tramite la consegna in ciascuna casa dell’invito, “la Presidenza del Consiglio sostiene fortemente quest’iniziativa – ha affermato Giovanni De Luca, presidente del consiglio comunale – ci siamo adoperati per consegnare a mano oltre 1200 inviti, affinché tutti fossero messi nella condizione di conoscere. Iniziativa che può diventare occasione per effettuare uno screening delle competenze presenti sul territorio”.

Soddisfazione espressa anche dalla consigliera Katia Cosma: “L’iniziativa PIN, in un momento in cui il mercato occupazionale sembra bloccato, diventa una grande opportunità. Viste le numerose difficoltà di avviare una nuova attività, il progetto regionale, cerca di porre rimedio a questa lacuna. Abbiamo così voluto contattare personalmente tutti i giovani novolesi, per renderli partecipi di questa opportunità. Ponendo in tal modo le basi, per un futuro censimento sulla popolazione giovanile  e sulle competenze a disposizione nel territorio”.