Lecce: Diop e Monaco-gol, Matera battuto

0
320

Lecce– Il Lecce batte il Matera e conquista il pass per il prossimo turno di Coppa Italia. Il punteggio finale di 2-1 è stato fissato dalle reti giallorosse di Diop e Monaco, intervallate dal temporaneo pari lucano di D’Angelo. La partita, giocata su bassi ritmi da entrambe le squadre, ha il suo primo mezzo sussulto al 14’ quando Abruzzese, nel tentativo di scartare un avversario sulla propria trequarti, perde il pallone e apre la via a Kurtisi sulla sinistra. Il tiro-cross del macedone però è controllato da Benassi. Il Matera, ultimo in campionato, ci crede e al 23’ si riaffaccia nei sedici metri leccesi con Letizia che, dopo un lancio dalle retrovie, chiude troppo il destro. Il Lecce risponde con l’ex Diop, bravo ad incunearsi tra Di Lorenzo e Zaffagnini prima però di alzare troppo la traiettoria. La Coppa stimola al riscatto molti elementi finiti in panchina dopo l’arrivo al timone di Piero Braglia. Uno di questi è Liviero, voglioso sulla sinistra e prorompente nella discesa al 29’, conclusa con un tiro parato da Biscarini. Al 37’ il Lecce va vicino al vantaggio. Cross dalla sinistra di Carrozza per Diop, colpo di testa che si stampa sulla traversa e flipper nell’area piccola che favorisce il portiere materano, fortunato nel trovarsi il pallone sui guantoni. L’inedito terzetto difensivo Lo Bue-Camisa-Abruzzese balla un po’ ed al 40’ Kurtisi, su un pallone ricevuto nel bel mezzo dell’area, spreca tirando fuori. Gol sbagliato, gol subito. Il Lecce passa al 42’ quando, su una bella pennellata di Liviero, Diop sovrasta l’avversario e indirizza sul secondo palo. Al 6’ della ripresa il Lecce ha l’opportunità di chiuderla, ma Salvi, dopo un rimpallo tra Diop e Scognamillo, tira in aria col sinistro un rigore in movimento. Gol sbagliato gol subito ancora una volta, la legge del calcio non si smentisce mai. Passa soltanto un giro di lancette e D’Angelo trova l’angolo giusto alla sinistra di Benassi, punendo una difesa troppo bassa e arroccata nella propria area. I giallorossi non si scompongono e, grazie ai cambi operati da Braglia, rimettono la freccia. Vécsei e Monaco rilevano Carrozza e Salvi e confezionano il 2-1. Percussione centrale del magiaro, corridoio perfetto per Monaco e tiro perfetto che prende in controtempo la retroguardia materana. La rete del classe 1996 chiude di fatto il match, gli inserimenti offensivi disposti da Padalino, Carretta e Iannini, non cambiano la partita e l’ultima palla-gol è di marca salentina quando Beduschi, al 40’, prova ad incrociare un destro da fuori senza gloria. Il Lecce passa, ora ad attenderlo c’è il Cosenza.

Il tabellino

Lecce-Matera 2-1

Lecce (3-5-2): Benassi; Lo Bue, Camisa, Abruzzese; Beduschi, Salvi (15’st Monaco), Suciu, Pessina, Liviero; Diop (35’st Cicerello), Carrozza (15’st Vécsei). A disposizione: Bleve, Freddi, Kalombo. Allenatore Piero Braglia.

Matera (3-4-1-2): Biscarini; Scognamillo, Zaffagnini, Di Lorenzo (31’st Iannini); Meola, Armellino, D’Angelo, Zanchi; Pagliarini; Kurtisi (20’st Carretta), Letizia. A disposizione: Bifulco, Ingrosso, Piccinni, Tomi, Rolando, D’Agostino. Allenatore Pasquale Padalino

Reti: 42’Diop (L), 7’st D’Angelo (M), 17’st Monaco (M)

Ammoniti: Nessuno

Arbitro Ivan Robilotta di Sala Consilina (Abagnara-Iovine). Recuperi 1’pt, 3’st.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleI Funketti Allucinogeni, sotto l’influenza dello “zio” Bob Marley, pronti per il palco del New Sounds Music Contest
Next articleIl Confine: rock e metal con un sound tutto italiano alle selezioni del New Sounds Music Contest