Lecce – Casertana: le interviste del dopo partita

0
251

PadalinoLecce – Si chiude a reti inviolate Lecce – Casertana. I padroni di casa, dopo un primo tempo giocato a ritmi bassi, ha provato a pungere la retroguardia degli ospiti senza però riuscirci.

Arriva in sala stampa sorridente il mister del Lecce, Padalino che precisa: “Credo che alla fine dobbiamo essere soddisfatti perché abbiamo creato tante occasioni da gol, specialmente nel secondo tempo. Nel primo tempo avevamo paura di andare in svantaggio e non abbiamo avuto quella spinta giusta per trovare il gol. Siamo amareggiati per il risultato finale, perché abbiamo creato tanto, però queste sono partite che si possono anche perdere se non si gestiscono a dovere”.

I portieri: “Bleve è stato bravissimo. Ho tre titolarissimi per la porta, deciderò partita dopo partita”.

Le sostituzioni: “Col senno del poi è facile fare la formazione, ma io percepisco sensazioni durante la settimana che mi portano a fare delle scelte. I cambi sono stati azzeccati, se avessimo vinto non staremmo parlando delle sostituzioni o del fatto se queste dovessero essere fatte prima. Nel secondo tempo Vutov, Tsonev e Fiordilino hanno dato la freschezza giusta, anche se hanno ancora molto da imparare”.

Torromino-Caturano: “Dobbiamo entrare nell’ottica di idee che non giocano da soli, loro sono degli interpreti all’interno di una squadra. Finalizzano la gestione tecnico-tattica di tutta la squadra che parte da Bleve. Dobbiamo essere indipendenti da loro, perché un giorno potrebbero anche non esserci”.

Ciccio CosenzaÈ Ciccio Cosenza a prendere la parola subito dopo il mister: “Vedo il bicchiere mezzo pieno perché oggi abbiamo rischiato di perdere, quindi va bene così. Queste partite ci fanno capire quanto sia difficile questo campionato. Dobbiamo ripartire da questo pareggio per crescere”.

La difesa: “Ho sentito tante chiacchiere per la difesa. Non difendiamo solo noi, ma la squadra, perché quando attacchiamo lo facciamo con sette uomini, perciò è normale rischiare qualcosa in fase difensiva. Siamo una squadra equilibrata, quando vedi che anche gli attaccanti si sacrificano in fase difensiva capisci che tutto va bene, oggi ci hanno penalizzato gli episodi”.

Il campionato: “Non possiamo pensare di vincerle tutte. Queste partite di solito le perdi, bene così perché ci fanno crescere”.