Futsal Lecce strapazza il Ruffano

0
329

Lecce-Ruffano-C5Lecce – Dopo l’amara sconfitta subita in casa nella prima giornata di campionato, Futsal Lecce archivia con un netto successo per 0-8 la trasferta di Ruffano. Per tutto il match la squadra di mister Vetrugno, assente per l’espulsione e conseguente squalifica subita nel match casalingo contro il Real Castellaneta, ha espresso un gioco di altissimo livello che ha portato fin da subito la gara nei binari giusti per i ragazzi terribili. Possesso palla e schemi di gioco continui e asfissianti hanno messo alle corde il Ruffano, al quale vanno fatti comunque i complimenti per il gioco espresso in alcune ripartenze che ha impensierito in alcune occasioni la retroguardia leccese.

La velocità, la tecnica e la notevole mole di gioco create da Mininanni e compagni hanno sbalordito il pubblico presente e tutti gli addetti ai lavori. Una partita quasi perfetta La presidente Quarta, nelle vesti di allenatrice in questa giornata, schiera tra i pali Rametta, sulle fasce laterali Marciante e Misuraca, centrale difensivo Mininanni e come pivot Arnesano. Dopo un’iniziale fase di studio da parte dalle delle squadre è Marciante, con un bolide dei suoi, ad aprire la marcature ed è lo stesso laterale mancino a siglare il momentaneo 0-2 con un tap-in vincente sotto porta servito da Romano, che nel frattempo subentra ad Arnesano. Nonostante alcune sortite offensive dei padroni di casa, che vengono respinte in maniera superba da Rametta, Futsal Lecce continua a macinare gioco e a dettare il ritmo della partita, fino a trovare il gol dello 0-3 con un tiro di punta del solito e irresistibile Ingrosso, entrato nel frattempo al posto di Marciante. La squadra leccese, nonostante il vantaggio, continua con le sue scorribande offensive, frutto di una fase difensiva a dir poco eccellente. Ed è cosi che Futsal Lecce trova lo 0-4, siglato da De Carlo subentrato poco prima a Mininanni. Prima del fischio finale entra D’Armini al posto di Misuraca, ed è lo stesso esperto universale romano a siglare, direttamente da calcio di punizione, lo 0-5 che chiude il primo periodo. La seconda frazione, dopo un blackout che tiene allo scuro l’intero palazzetto per quasi mezz’ora, si riapre con lo stesso spartito del primo, con un gioco veloce e ampio che costringe il Ruffano a limitarsi ad azioni di contropiede. Immediato un nuovo gol per Rametta e compagni, siglato ancora da un ispirato De Carlo, che con una finta mette a sedere il portiere di casa, prima di depositare in rete lo 0-6. La girandola di cambi vede entrare Mininanni, Colucci, Misuraca e Pagano rispettivamente per De Carlo, D’Armini, Ingrosso e Romano. I ragazzi leccesi non si fanno intimorire dalla azioni offensive che i ruffanesi cercano di imbastire, stando sempre attenti a coprire a uomo gli avversari ed effettuando raddoppi in tutte le zone. Verso la fine del match c’è gloria anche per Arnesano che, entrato al posto di Pagano, gonfia la rete dei padroni di casa per la settima volta con un tiro a giro. E’ il turno infine di Mininanni che sigla lo 0-8 finale dopo una sortita offensiva in solitaria, suggellando una prestazione da incorniciare. Futsal Lecce torna a casa con un ottimo risultato che darà sicuramente la carica e la fiducia giusta per proseguire il cammino. I ragazzi agli ordini di mister Vetrugno si ritroveranno in settimana per studiare al meglio tattiche e fasi di gioco in vista del doppio impegno in casa tra sabato 8 e martedì 11 novembre, contro il Real Paradiso Brindisi. La terza giornata e l’andata degli ottavi di Coppa Puglia nel giro di 4 giorni saranno un ottimo banco di prova per testare il proprio valore. Appuntamento quindi a sabato 8 novembre 2014, alle ore 19:00, presso il palazzetto San Giuseppe da Copertino di Lecce. 

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articlePorto Cesareo, l’ANMI festeggia la giornata delle Forze Armate (2)
Next articleNovoli, in memoria della grande guerra, il Sindaco: “Questa è la festa dell’unità nazionale e non della vittoria sul nemico”