Porto Cesareo, l’ANMI festeggia la giornata delle Forze Armate (2)

0
84

Combatt. e reduciPorto Cesareo (Le) – Comunità cesarina in festa, questa mattina, per la cerimonia di commemorazione dei caduti di tutte le guerre, nonché la celebrazione della festa delle Forze Armate e  dell’Unità nazionale.

L’associazione Marinai d’Italia – sezione di Porto Cesareo, coglie ogni anno l’occasione per commemorare i Caduti in terra, in cielo ed in mare, presso il Monumento sito nel piazzale Pro-Loco.

La cerimonia del IV Novembre ha avuto inizio alle ore 10 con la Santa Messa celebrata nella la Parrocchia “B.V.Maria del

4 nov. Porto Cesareo Perpetuo Soccorso”; successivamente il corteo, accompagnato dalla banda musicale e composto dai soci dell’associazione, dalle autorità intervenute, dai cittadini e dai ragazzi della scuola media, si è spostato presso il Monumento ai Caduti.

Alle ore 11 vi è stata la deposizione della Corona e le allocuzioni del Presidente ANMI e del Sindaco di Porto Cesareo. Infine si è tenuta una emozionante performance degli alunni del locale Istituto comprensivo: una bella testimonianza culminata nell’intonazione di un canto che ricordava il tempo della prima guerra mondiale, della quale quest’anno ricorre il centenario.

La cerimonia si è conclusa alle ore 12 con grande partecipazione ed emozione della cittadinanza e dei presenti coinvolti nel ricordo dei caduti cesarini.

È educativo per i nostri ragazzi conoscere la storia patria. Guardare indietro cronologicamente parlando e partecipare alle commemorazioni nazionali aiuta a sentirci parte della comunità e a percepire il legame con gli antichi valori.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleBrindisi, il prete indagato per abusi sessuali minaccia querele
Next articleFutsal Lecce strapazza il Ruffano