Futsal Lecce, rivincita anche col Fasano. Misuraca sugli scudi

0
306

CocoonFasano Campionato Ritorno Lecce – Sabato è arrivato il primo di tre test fondamentali per i giallorossi. Fasano era il primo scoglio da supere per mantenere alto morale e concentrazione, in vista della delicatissima gara interna di sabato prossimo con Francavilla.

Una giornata esaltante per i giallorossi che non hanno sbagliato nulla e hanno dominato sul difficile campo di Fasano, impostando il gioco, dettando i ritmi della gara e mostrando un notevole livello di concentrazione.

I primi minuti sono i più complessi per i giallorossi, che trovano una squadra chiusa a riccio e impenetrabile. Pazienza e concentrazione portano Misuraca, sciupone in due precedenti occasioni, a mettere a segno il gol che sblocca la partita, successivamente imitato da Marciante che non sbaglia, mettendo fuorigioco l’estremo difensore fasanese. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 0-2 per i leccesi che affrontano anche il secondo tempo con la giusta concentrazione, mettendo a segno, ancora con Misuraca, il gol del 3-0.

Un piccolo errore nella sostituzione di Ingrosso porterà i fasanesi ad accorciare le distanze. Il gol non impensierisce i leccesi, che ristabiliranno le distanze con De Carlo.

Due gol di Bongermino portano i leccesi sul 1-6. A questo punto il Fasano ci prova con il portiere in movimento, ma anche in 5 contro 4 i leccesi sono insuperabili.

De Carlo prima, con un gran gol, Arnesano poi, chiudono il match.

Una gara perfetta per i giallorossi, che hanno proposto buon gioco, concentrazione e, soprattutto, consapevolezza dei propri mezzi. Ingredienti che dovranno essere riversati nella prossima gara, contro la vicecapolista Francavilla, gara da non sbagliare per continuare la marcia verso il sogno playoff.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCasertana-Lecce: l’analisi. Le molte conseguenze della sconfitta
Next articleNovoli, al campo sportivo con birre e vino. I carabinieri intervengono e sequestrano tutto