FUTSAL Lecce, la vittoria scaccia la crisi

0
280

Nona giornata di campionato di calcio a 5 : COCOON FASANO – FUTSAL LECCE 6-8

FutsalFasano (Br) – Non poteva chiudersi in modo migliore l’anno dei ragazzi terribili che finalmente escono dalla crisi che li aveva investiti nell’ultimo mese, con una bella vittoria sul campo della Cocoon Fasano.

Dopo un primo tempo molto sfortunato e macchiato da una serie di errori individuali, il secondo tempo segna la svolta per i leccesi che giocano davvero bene e con la concentrazione necessaria per portare a casa tre punti pesanti e che fanno molto morale, sollevando i ragazzi terribili dal torpore soprattutto mentale, che li aveva investiti nelle ultime 4 gare e che aveva portato a prestazioni davvero inguardabili.

Mister Vetrugno si affida a Urgese, Musarò, De Carlo, Arnesano e Ingrosso, che giocano molto bene ma sono abbastanza sfortunati: Fasano, infatti, riesce a mettere subito a segno due gol, frutto di due errori individuali. Giglio, subentrato a Musarò segna il gol che accorcia le distanze, ma è ancora il Fasano a segnare un gol, nuovamente su errore individuale dei leccesi.Il primo tempo si chiude sul risultato di 3-1 in favore dei padroni di casa, bravissimi a sfruttare gli errori avversari, fra l’altro molto sfortunati. Il secondo tempo si apre con il quarto gol dei fasanesi che ora sembrano poter controllare la gara.Mister Vetrugno fa allora rientrare Musarò e gioca la carta Corona, nuovo acquisto giallorosso che sembra ben integrarsi negli schemi leccesi. I ragazzi terribili giocano bene e finalmente le numerose occasioni da gol si concretizzano con due gol a testa per Arnesano e Musarò, uno per Giglio, De Carlo e Ingrosso a completare la rimonta. Missione compiuta dunque per i ragazzi terribili, che hanno finalmente tirato fuori coraggio e carattere e si sono rimessi in carreggiata per la rincorsa alla classifica, promettendo battaglia in ogni gara.

L’aspetto soddisfacente della gara è stata senz’altro la reazione dei leccesi che sul 4-1 sono riusciti a ritrovarsi e a fare davvero bene. Ora i leccesi sono attesi sul difficile campo di Noci, dopo la sosta natalizia. L’unico obiettivo è vincere per scalare la classifica.

Le pagelle

Urgese 7: dopo un primo tempo altalenante, una ripresa ad altissimi livelli; protegge come sa la sua porta.

De Carlo 7,5: è uno dei migliori in campo, sebbene una migliore copertura avrebbe evitato il terzo gol fasanese, la sua comunque è un’ottima prestazione: fa gioco di squadra, copre e si propone in fase offensiva.

Corona 6,5: ci mette poco ad integrarsi negli schemi leccesi, ancora qualche affanno in fase di copertura, ma bisogna dare tempo al nuovo acquisto giallorosso. Dato il suo prestigioso curriculum ci si aspetta molto da lui.

Ingrosso 7,5: ottima prova per il laterale che gioca bene ed è protagonista di ottime ripartenze. E’ anche fortunato e caparbio in occasione dell’ottavo gol leccese. La sua dedizione paga.

Giglio 7: primo tempo sfortunato e non all’altezza del suo talento, ottima ripresa con gol e tanto gioco di squadra e sacrificio. Il solito ottimo Giglio.

Arnesano 7: gioca un primo tempo non ai suoi livelli. Infatti, non copre come dovrebbe e non tira in porta come di consueto. Il secondo tempo è tutta un’altra storia: gol e belle giocate per riportare la sua squadra alla vittoria.

Musarò 7,5: il lavoro sulla testa del giocatore ha dato i suoi frutti. Gioca molto bene e senza timore. Con la sua determinazione dà una grossa mano alla squadra nel momento peggiore dell’incontro. Suo il gol più bello della partita, il secondo per i leccesi, frutto di uno scambio con Arnesano e puntata all’angolino, imprendibile per l’estremo difensore.

Maiellaro, Giordano, Vetrugno, Pagano, Persano sv.; Meritano un 8 per il sostegno dato alla squadra durante tutta la partita.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleBuone notizie per Omfesa. L’Assifer pronta all’acquisto
Next articleLa risalita del Lecce contro i sogni della matricola L’Aquila