FUTSAL Lecce, la scossa che non arriva

0
422

23ma giornata del campionato di calcio a 5 – Serie C2 Girone C 

Lecce – Lascia perplessi la prestazione del Futsal Lecce sul campo “Le Tettoie” di sabato 16 marzo. I ragazzi terribili giocano una partita discreta ma mettono in mostra gravi svarioni difensivi, inspiegabili per una squadra cresciuta così tanto nel corso delle ultime gare.

I leccesi appaiono stanchi e, probabilmente, un po’ troppo rilassati e non sufficientemente concentrate sulla partita, si lasciano per questo disorientare dai movimenti degli instancabili avversari.

Le danze si aprono con un gran gol di Arnesano che dopo uno scambio con Franco va in rete con un bel tiro.

Il resto del primo tempo non è all’altezza delle aspettative. Subito gli ospiti replicano con tre tiri che impegnano Vita in tre straordinarie parate, ma che poco dopo vede la palla insaccarsi dopo un’imprecisa uscita sull’avversario.

In rapida successione e con simili modalità gli ospiti mettono a segno altre tre reti. Dopo un’altra infruttuosa azione offensiva che vede Vetrugno fronteggiare tre avversari, lo stesso Vetrugno e in seguito Giglio provano a reagire senza successo.

Poco dopo un fantasioso Arnesano mette a segno un bel gol. Questo non basta a tirare su la squadra che comunque tiene duro, come dimostra Musarò che in più occasioni evita un gol a portiere battuto ma che dimentica completamente il suo avversario, che segna indisturbato, sempre a portiere battuto.

Un calcio di rigore per i salentini, battuto dal cinico Arnesano riporta sotto i ragazzi terribili. Altra azione offensiva di Giglio che non riesce a concretizzare ma che su contropiede avversario recupera e riesce ad evitare alla squadra un’altra pesante rete.

Tuttavia il Jonny Frog va ancora in rete avvalendosi del solito schema offensivo.

Termina così la prima frazione di gara con 6 reti degli ospiti contro le 3 reti di Arnesano per il Futsal Lecce.

A cinque minuti dal fischio della ripresa gli ospiti vanno ancora in rete, il Lecce subisce molto in fase difensiva costringendo Vita ad interventi notevoli sui continui contropiedi avversari. Ancora una difesa disorientata permette di andare a rete due volte dopo brevi scambi di palla. Ci pensa un aggressivo e arrabbiato Franco a recuperare palla e difenderla dal pressing avversario fino ad arrivare in rete con un gran tiro diagonale dalla fascia destra. Gol che sembra aver ridato convinzione ai leccesi che vanno ancora in rete con Giglio dopo un scambio con Arnesano. Negli ultimi minuti Vita con una prodezza para il tiro libero assegnato fantasiosamente agli avversari e, rialzandosi velocemente, rilancia la palla a Franco per lo scambio di prima con Giglio che, anticipato malamente dal difensore ospite, riesce ad approfittarne e insaccare la palla sfiorando il palo destro. Arnesano ci prova ancora dapprima con un tiro che viene respinto dal portiere avversario, e dopo sul tiro libero assegnato a favore dei Leccesi colpendo il palo.

La partita termina 6 – 9, risultato che sottolinea inesperienza dei ragazzi terribili e che poteva essere evitato con maggior concentrazione.

Nel prossimo incontro contro il Coocon Fasano la squadra dovrà dimostrare maggior convinzione e organizzazione difensiva, cercando la vittoria ad ogni costo.

Le pagelle di Paisemiu.com

Vita 6: Luci e ombre per il giovane portiere salentino. Le sue prodezze lo rendono protagonista dell’incontro, tuttavia deve mostrarsi più autoritario, sicuro e capace di gestire la difesa richiamando i compagni disorientati all’ordine.

Mazzei 5: Non c’è, è assolutamente assente per tutta la gara giocando una partita mediocre, è il più disorientato dei leccesi e non riesce ad essere efficace nelle azioni difensive. Deve dare di più perché sa farlo.

Arnesano 6.5: Si lascia ingabbiare dalla difesa avversaria ma riesce comunque ad andare in rete grazie alla fantasia che lo caratterizza.

Giglio 6: Un po’ stressato, è comunqueancora una volta il giocatore che corre di più in campo, riesce a dialogare con i compagni di squadra e a concretizzare. Indispensabile nelle ripartenze ma poco lucido nel possesso palla.

Franco 6: Mette a segno una gran rete ma ancora non si rende protagonista dell’incontro. Dovrebbe riversare tutta la sua rabbia e le sue grandi doti in maggior lucidità nelle ripartenze e aggressività agonistica, ciò farebbe di lui un goleador.

Musarò 6,5: Più in forma del solito l’attaccante prestato alla difesa non riesce a concretizzare. Oggi è il migliore in campo. Corre da inizio a fine gara, si arrabbia molto perché è protagonista di ottime ripartenze che i disorientati compagni di squadra non accompagnano. Una forma fisica e mentale migliore lo renderebbero titolare in ogni gara. Può dare di più.

Vetrugno 6: Mette una pezza dove il portiere non riesce e prova a impegnare l’estremo difensore avversario nelle azioni offensive. Più costanza agli allenamenti gli garantirà una sufficiente forma fisica per affrontare gli incontri.

Arbitro: 4 sufficiente nel primo tempo, inguardabile nella ripresa. Sembra che si lasci intimorire troppo dalle minacce dei giocatori. Commette errori a tratti imbarazzanti.

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLuigi Vetrugno – 85 anni
Next articleA Novoli la Seconda Tappa del VI Giro Ciclistico dei Feudi Salentini