Gustinetti ha analizzato la gara contro il Carpi

0
406

GustinettiDopo l’allenamento di rifinitura, in terra emiliana, Elio Gustinetti ha parlato della gara di domani:

« Questa mattina abbiamo effettuato la rifinitura e faceva un gran caldo. Sulla formazione da opporre al Carpi domani ho sempre dei dubbi, delle riflessioni che un allenatore fa e poi preferisco, comunque, tenere tutti i giocatori sulla corda. In questi due giorni di ritiro abbiamo lavorato bene, la squadra ha fatto tutto quello che le ho chiesto e questi sono sempre dei momenti utili per conoscere meglio i miei giocatori e starci assieme».

Sulla criticità di recuperare Bogliacino e su l’ipotesi Vanin dal primo minuto ha detto:

«Bogliacino ieri ha lavorato in differenziato, oggi si è allenato cercando di forzare relativamente, vedremo domani. Vanin per un posto a centrocampo? Potrebbe anche partire dall’inizio, anche in considerazione del fatto che gli altri tre centrocampisti sono in diffida, anche se non ho ancora deciso. In questa partita dovremo mantenere i nervi saldi, dovremo saper leggere la partita, gestendo le varie situazioni. In rosa abbiamo giocatori d’esperienza e spero che riescano ad esaltare questo loro aspetto».

Sembra orientato, ma non da per scontato nulla, a schierare la stessa coppia d’attacco dell’ultima gara:

«Chevanton e Jeda sono partiti titolari nella gara di domenica scorsa con l’Entella e con giocatori così si fa alla svelta, non c’è da insegnare nulla di particolare e credo che in campo, sebbene fosse la prima volta dal primo minuto, si siano assemblati abbastanza bene».

Sull’eventualità di una gara da giocare per portare a casa un pareggio si è espresso così:

«Due risultati su tre a disposizione? Dovremo essere liberi e tranquilli, cercando di fare le cose che sappiamo fare. Il Carpi cercherà di metterci in difficoltà con le sue armi e noi faremo lo stesso. Si parte avvantaggiati per il piazzamento, ma la nostra non è una squadra in grado di fare calcoli».

Infine ha tracciato il profilo dell’avversario:

«È una squadra veramente buona, anche nelle ultime gare di campionato ha cercato di imporre il proprio gioco e ci aspetta una gara veramente difficile. Conosco alcuni giocatori della squadra emiliana per averli avuti con me come Bianco, Papini e Ferretti, che è infortunato, gli altri, invece, ho avuto modo di apprezzarli come avversari o nei filmati. Quello che conterà sono le motivazioni, che nel calcio sono alla base di tutto».

{loadposition addthis}

 

 

 

 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleL’associazionismo leccese con “Supporter in campo”
Next articleAfghanistan, l’Italia piange un altro militare ucciso