Benevento-Lecce: le probabili formazioni

0
282

Benevento– Appuntamento con la storia per la squadra sannita. Un punto potrebbe dare la promozione in Serie B, la prima per gli Stregoni dopo tante cavalcate svanite. L’allenatore Gaetano Auteri, mago delle promozioni in Lega Pro, avrà tutti gli effettivi a disposizione, fatta eccezione per lo squalificato Walter Lopez. Per la sua sostituzione sulla corsia sinistra ci dovrebbe essere Mazzarani, favorito su Angiulli. In avanti sono stati recuperati Cissè e Ciciretti, pronti a dare altre soluzioni a un attacco che può contare anche su Mazzeo, Marotta e Campagnacci.

L’ex tecnico del Gallipoli ha descritto così il momento alla vigilia: “Non siamo in grado di prevedere il futuro ma conosciamo le nostre possibilità. So anche che difficilmente siamo andati a interferire sulle cose degli altri. Ci concentriamo sulla partita, tutto quello che è all’esterno può solo alleviare il nostro lavoro. Ma bisogna essere razionali, non c’è alcuna voglia di fare previsioni o di essere maghi. Rispettiamo il Lecce come tutte le squadre di grande valore. Ma noi qualcosa in più rispetto a loro l’abbiamo fatta: mi ricordo la gara dell’andata dove per certi versi non abbiamo raccolto quello che abbiamo seminato in campo. Entusiasmo in città? A dire il vero io tutto questo entusiasmo non lo vedo. La gente sta dimostrando tanta maturità, va bene così. Abbiamo due match-ball per il campionato? Non ci pensiamo proprio, noi ci dobbiamo concentrare sulla partita che dobbiamo fare, non siamo né stupidi né irrazionali. Nutriamo grande rispetto per il Lecce, da quando è arrivato Braglia ha fatto solo due punti in meno di noi. Siamo partiti tra mille difficoltà in un ambiente scettico, pessimista e con tante negatività. A quel punto abbiamo detto: impegniamoci e proviamo a far venire la gente. E’ un gap che abbiamo colmato sul campo.

Lecce- Emergenza per mister Piero Braglia, alle prese con la pesante assenza di Cosenza e le condizioni instabili di Abruzzese, guai che complicheranno non poco il lavoro al “Vigorito”. “Noi domani dobbiamo pensare esclusivamente alla nostra partita. –afferma Braglia alla vigilia- “Speriamo di fare una grande prestazione e di essere all’altezza della situazione. Se la squadra ha la giusta mentalità ed il giusto atteggiamento può fare a meno di tutti, anche della mia presenza in panchina. Noi dovremo fare una grande partita, per noi stessi. La classifica dice che il Benevento è stato più bravo di tutti, sono molto bravi a pressare in avanti e nei movimenti degli attaccanti. Dopo la gara con il Benevento ce ne sarà un’altra altrettanto importante contro la Lupa Castelli Romani. Il piazzamento nel play-off è un terno al lotto, nel senso che è anche successo che si è classificato peggio ha poi vinto questo mini-torneo. Proprio per questo dico quello che succede, succede. La cosa importante è come ci arrivi mentalmente e fisicamente e anche per questo sarà importante la gara di domani”. Mancherà Perucchini, ancora ai box insieme a Freddi. Sono stati convocati anche Abruzzese e Salvi, in differenziato questa settimana ma pronti ad un probabile subentro. 

Le probabili formazioni: 

Benevento (3-4-3): Gori; Pezzi, Lucioni, Mattera; Troiani, Del Pinto, De Falco, Mazzarani; Ciciretti, Marotta, Cissè. A disposizione: Piscitelli, Mucciante, Padella, Angiulli, Melara, Campagnacci, Mazzeo, Petrone. All. Auteri

Lecce (3-4-1-2): Bleve; Alcibiade, Camisa, Legittimo; Lepore, De Feudis, Papini, Liviero; Surraco; Moscardelli, Caturano. A disposizione: Benassi, Abruzzese, Beduschi, Mangione, Carrozza, Salvi, Lo Sicco, Vécsei, Curiale, Doumbia, Sowe. All. Braglia.

Arbitro Livio Marinelli di Tivoli

Stadio “Vigorito” – Benevento, fischio d’inizio ore 17:30

Diretta TV Sportube-Sportitalia (CH 60dgt)

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleA Veglie il primo festival dell’invisibile
Next article“Unesco Jazz Day”, speciale concerto sotto il segno della musica e della cultura