Castrignanò, Fasiello e Rana per il Concerto di Primavera a Calimera

0
377

10 AprileCalimera (Le) – Serata all’insegna del grande repertorio classico venerdì 10 Aprile al Cinema Elio di Calimera. Il Concerto di Primavera, organizzato dal Comune di Calimera, in collaborazione con Banca Generali, Ufficio dei Promotori Finanziari e Alma Roma Vigilanza, presenterà tre musicisti di grande spessore artistico: Eliseo Castrignanò, noto direttore d’orchestra salentino appena rientrato da un’importante esperienza concertistica con Roberto Cappello al Teatro Lirico di Cagliari, la pianista Valeria Fasiello e Ludovica Rana al violoncello, si cimenteranno in alcune delle pagine più importanti della letteratura musicale.

Accompagnata dall’Orchestra Opera Prima, Ludovica Rana, Premio Geminiani 2014, proporrà in prima parte il Concerto in Do maggiore di J. Haydn: un concerto particolarmente ricco di inventiva, grazia, allegria, buonumore, spirito, serenità e vivacità. Molto virtuosistico e scintillante il concerto è una delle espressioni più mirabili di questa forma, un naturale equilibrio tra dimostrazione di bravura e interesse puramente musicale, senza gli accesi e drammatici contrasti tra solista e orchestra che saranno tipici del concerto ottocentesco.

In seconda parte Valeria Fasiello eseguirà lo straordinario Concerto K 488 in La Maggiore di W.A. Mozart, un concerto fra i più preziosi e intimi, uno dei concerti più amati dal pubblico di sempre. Caratterizzato da una speciale brillantezza e vivacità strumentale, il Concerto presenta anche tratti intimamente poetici e preziosi, distribuiti in modo equilibrato, con rara fusione, tra solista e orchestra. Particolarmente affascinante il tema del Secondo Movimento, mesto, delicatissimo, di profondo lirismo, affidato al pianoforte che si contrappone nettamente alla vivacità del Terzo Movimento.

INGRESSO GRATUITO

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIl Ministro Martina a Lecce per l’emergenza Xylella: tra richieste e indifferenza
Next articleXylella, l’Avvocatura dello Stato solleva questione di competenza territoriale