Paolo Pagliaro (FI): “Abbiamo bisogno di fare chiarezza sulla chiusura dell’istituto di Nanoscienze del Cnr di Lecce”

0
285

CNRNano LecceLecce – «Abbiamo bisogno di fare chiarezza sulla chiusura dell’istituto di Nanoscienze del Cnr di Lecce; è una delle perle salentine essendo uno dei tre poli d’eccellenza con il National enterprise for nanoscience and nanotechnology di Pisa e il centro S3 di Modena.

Un centro nel quale lavorano 30 persone di cui 7 ricercatori. Un danno enorme sia per il nostro territorio che per la comunità, perché i tre vincitori dei prestigiosi progetti dell’European research council, presenti nel gruppo di lavoro, non potranno più continuare le loro ricerche. Perché è stata presa questa decisione? Nessuno l’ha spiegato. – Afferma Paolo Pagliaro, dell’Ufficio di Presidenza Nazionale Forza Italia – Se a questa domanda aggiungiamo un altro interrogativo, tutto diventa più strano, ed è per questo che urge chiarezza: perché chiudere questo centro nel massimo della sua attività, con sette ricercatori, e tenere aperto ad esempio L’Istituto Nazionale Ottica, sempre del Cnr di Lecce, che è composto soltanto da 3 dipendenti: 2 Funzionari Amministrativi e 1 Collaboratore Tecnico, senza nessun ricercatore? La risposta è celata  tutta nei numeri? I numeri dei soldi? Negli ultimi 10 anni, così com’è riportato sul sito, L’INO ha avuto un finanziamento complessivo pari a 1.813.815,00 di euro per soli 2 progetti, che sicuramente saranno importantissimi, non mettiamo in dubbio questo, però è inspiegabile che rimanga in piedi uno a scapito dell’altro, sopprimendo, così, la sede salentina dell’Istituto Nanoscienze senza una logica spiegazione, che forse ci sarà, ma potrebbe essere una spiegazione per pochi intimi rimasta nel buio della stanza dove il 3 agosto scorso il CdA del Cnr ha preso questa decisione così anomala.  – Conclude – Ci spieghino. Qualcuno ci racconti questa verità; la comunità salentina ha bisogno di riposte serie».

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articlePari e patta
Next articleUso e “misuso” di psicofarmaci. Dalla prevenzione al trattamento. Il 13 e il 14 ottobre un convegno a Lecce