“Sud chiama Nord”: Vito Leone alla guida provinciale del movimento politico fondato da Cateno De Luca

0
25

Il 28 febbraio scorso, a Bari, nel corso della convention regionale di “Sud chiama Nord”, il movimento politico fondato nel 2022 da Cateno De Luca, attualmente Sindaco di Taormina e già Sindaco di Messina, sono stati nominati i nuovi Commissari Provinciali.

Per la provincia di Lecce, il compito di guidare il movimento è stato affidato al dott. Vito Leone, laurea in scienze politiche e relazioni internazionali ed una esperienza politica di lungo corso. Leone, infatti, è stato per molti anni attivamente impegnato nel Consiglio Comunale di Trepuzzi, paese nord salentino in provincia di Lecce, in cui è stato anche candidato alla carica di Sindaco.

Manager aziendale e professionista qualificato, è stato scelto insieme ad altri quattro attivisti del movimento (uno per ogni provincia della regione Puglia) per impegnarsi a realizzare il progetto costitutivo del movimento stesso: promuovere lo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio.  Con una vasta esperienza nei settori pubblico e privato, i nuovi Commissari Provinciali sono pronti ad affrontare le sfide e cogliere le opportunità che si presentano nel contesto attuale.

Sud Chiama Nord ha espresso la massima fiducia nei confronti dei nuovi Commissari impegnandosi, altresì, a fornire loro tutto il supporto necessario per garantire il successo delle iniziative pianificate.

Più autonomia e meno burocrazia: è questa, in sintesi, la linea da adottare affinché il ruolo dei Sindaci divenga ancora più centrale attribuendo loro maggiori poteri anche in materia di tutela dell’ordine pubblico e non solo.

Nei prossimi giorni sono state programmate una serie di iniziative che esplicheranno meglio e più chiaramente gli obiettivi di questo impegno politico attraverso eventi pubblici che vedranno in Puglia e a Lecce la partecipazione dello stesso Cateno De Luca e di Laura Castelli, presidente del Movimento e già vice Ministro dell’Economia nei Governi Conte e Draghi.