Novoli, “opposizione sfascia carrozze”. L’ Assessore D’Ambrosio: “Il cittadino ha espresso il suo libero pensiero”

0
1604

Novoli (Le) – Relativamente a quanto vi abbiamo già raccontato sulle pagine di Paisemiu circa il recente Consiglio Comunale svoltosi a Novoli lo scorso 22 aprile, e riscontrando le doglianze delle consigliere di opposizione Federica Pezzuto e Annaviola Gravili che, in una lettera al Sindaco Marco De Luca, lo avevano invitato a prendere posizione su alcune dichiarazioni rilasciate pubblicamente da un esponente della locale Protezione Civile, ci giunge la nota dell’assessore Gianni D’Ambrosio che riproponiamo integralmente:

“Ci tengo a precisare che, per motivi di sicurezza sanitaria effetto Covid-19, abbiamo optato per lo svolgimento dei lavori del Consiglio Comunale in modalità videoconferenza al fine di tutelare la salute di tutti i componenti dell’Assise.

Per quanto riguarda il disguido tecnico da voi evidenziato, manifestatosi durante la prova preliminare della trasmissione del Consiglio Comunale, penso che nessuno dei consiglieri  fosse a conoscenza della diretta in questa fase; pertanto ci scusiamo con tutta la cittadinanza connessa in streaming in quel momento.

Ciò che duole, in qualità di Amministratore, è non aver potuto offrire ai cittadini la massima chiarezza sull’unico punto all’ordine del giorno. Il tutto è stato determinato non solo da disguidi tecnici ma anche dal comportamento non consono di alcuni componenti della minoranza, per niente rispettosi nei tempi di intervento e di replica.

Preciso, ulteriormente, in qualità di assessore alle associazioni, quindi anche della Protezione Civile, che le consigliere Pezzuto e Gravili non conoscono evidentemente i ruoli all’interno della Protezione Civile stessa, avendo erroneamente attribuito il ruolo di presidente ad un semplice volontario dell’associazione che, nel pieno delle propria libertà di parola, ha commentato pubblicamente esprimendo il suo libero pensiero.

Dall’errore grossolano commesso ne deriva una supposizione, aleatoria e priva di riscontro oggettivo. Hanno sostenuto che il termine ”sfascia carrozze” fosse riferito indubbiamente ai consiglieri di opposizione. Chi può dirlo in termini assoluti?

Il tutto racchiuso in una missiva indirizzata al Sindaco Marco De Luca, affinché adotti provvedimenti in merito, considerando che trattasi di un precedente che potrebbe minare il necessario rispetto istituzionale tra i componenti di un Ente, dipendenti e collaboratori esterni…

Rasserenatevi, care colleghe dell’Opposizione, nessun rispetto istituzionale è MINATO; il vostro è un grave errore di identificazione dei ruoli

Detto questo, rivolgo il mio personale invito ad abbassare i toni e concentrarsi sulle reali problematiche che stanno affliggendo la nostra comunità da oltre 2 mesi”.