Novoli, il Sindaco replica a Fiore ed Ingrosso: “presa di posizione inutile, ingiustificata e sterile”

0
1289

gianmaria grecoNovoli (Le) – Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Novoli, Gianmaria Greco, alla “Lettera aperta” a lui indirizzata, ieri, ed a firma di Gianfranco Fiore e Francesca Ingrosso, due dei quattro consiglieri di opposizione nella prossima consiliatura comunale, candidati nella lista “Novoli in testa” e sonoramente sconfitti da Greco con una distanza quasi pari al doppio delle preferenze (2385 voti per Novoli Protagonista – 1376 voti per Novoli in testa).

In seguito ai fatti incresciosi verificatisi ieri nell’edificio scolastico sito in via Dei Caduti, Fiore ed Ingrosso avevano subito incalzato il neo eletto Sindaco, ritenendolo – a loro avviso – responsabile del disservizio che aveva tenuto impegnati la Polizia Locale ed il Dirigente Scolastico a tenere a bada i genitori, infuriati per quanto avevano dovuto vedere i loro occhi, accompagnando i figli in classe.

“Una presa di posizione inutile, ingiustificata e soprattutto sterile – ha dichiarato il Sindaco di Novoli, Gianmaria Greco rispondendo ai due Consiglieri di opposizione -. Capisco l’inesperienza della consigliera Ingrosso, pur comprendendo la sua voglia di immergersi da subito nel percorso amministrativo, ma un uomo di pluriennale esperienza amministrativa come il consigliere Fiore sa perfettamente che le responsabilità del disguido non sono da attribuire a un’amministrazione ancora non insediata, men che meno a un sindaco neo eletto e neo proclamato, bensì a colui che è stato individuato dall’ex amministrazione comunale come responsabile delle procedure elettorali.”.

E conclude Greco: “Valuteremo, comunque, se ci sono gli estremi per prendere eventuali provvedimenti, tenendo conto che già questa mattina ci si è attivati per porre tempestivo rimedio, garantendo il regolare svolgimento delle lezioni”.

A Greco fa eco anche il neo eletto consigliere di maggioranza e segretario cittadino di Fratelli d’Italia, Giovanni De Luca: “Non mi stupisce il deprecabile comportamento degli sconfitti, tarderanno ad imparare la lezione. Riflettiamo invece su chi con leggerezza ha cagionato un danno e di conseguenza a mio avviso dovrà pagare. Attiveremo nei termini giusti gli uffici competenti per capire dove e chi ha errato. Stamattina comunque eravamo li, sdegnati al fianco delle mamme”.

Quello che, nell’intento di Fiore ed Ingrosso, sarebbe dovuto sembrare l’incipit per un percorso di opposizione vigile e costruttivo, sembrerebbe essersi rivelato, in definitiva, un vero e proprio boomerang. Lo attesta, peraltro, l’unanime dissenso dei cittadini novolesi che non hanno mancato di far sentire la loro voce ed esprimere i loro pareri sugli ormai noti social network. A detta di tutti, è indecoroso strumentalizzare un fatto così increscioso – ovvero quanto accaduto ieri a scuola – per opporre resistenza politica a chi li ha sconfitti. 

Insomma … è proprio il caso di dire che … chi ben comincia è a metà dell’opera. 

Direttore Responsabile Paisemiu.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIn arrivo la quattordicesima edizione del Lecce Fashion Weekend
Next articleCiambella classica