Novoli, il capogruppo di maggioranza, Giovanni De Luca scrive al Sindaco. E annuncia le sue dimissioni

0
831

De Luca G.Novoli (Le) – Non è sempre tutto oro quel che luccica. Soprattutto nella casa municipale di Novoli dove, trascorse le festività natalizie ed in prossimità di quelle “antoniane”, il capogruppo di maggioranza, Giovanni De Luca, delegato al marketing territoriale, oggi ha fatto pervenire al protocollo una missiva indirizzata al Sindaco, Oscar Marzo Vetrugno.

Oggetto del contendere è il criterio adottato per l’organizzazione degli eventi che caratterizzano la festa oramai divenuta famosa in tutto il bacino del Mediterraneo, quella in onore e devozione di Sant’Antonio Abate.

“Ho consolidato e maturato la convinzione che le scelte strategiche di sviluppo e caratterizzazione del nostro Comune attraverso un ‘marchio’, vengono effettuate in altre sedi e strutture senza che il sottoscritto possa intervenire e senza alcuna concreta ricaduta sul territorio sotto alcun punto di vista”, scrive De Luca.
E continua:
“Mi permetta di approfittare dell’occasione per significarLe la mia totale contrarietà con i metodi e la visione di lavoro del Comitato Scientifico della Fondazione. Metodi a tratti offensivi poiché tutto mi sarei aspettato nella mia vita, meno che non essere ricevuto – da amministratore di maggioranza – dalla Fondazione stessa, a seguito di una precisa richiesta d’incontro effettuata nei mesi scorsi quando avanzai la proposta di caratterizzare gli inopportuni spettacoli musicali intorno alla Focara con un ‘festival dei popoli e delle culture del Mediterraneo'”.

Sono ormai anni che siamo costretti ad assistere a questo tipo di scelte, compiute ed attuate in assoluto isolamento ed a discapito di altre competenti figure professionali novolesi che vengono mortificate e delle quali raccolgo quotidianamente il malcontento. 
Questo malcontento, diviene ufficiale ed aperto dopo essere stato manifestato per tre anni, nel riserbo delle riunioni di maggioranza”. 

Il consigliere De Luca si dice fiducioso nell’attenzione che il Sindaco, destinatario della sua istanza, vorrà dedicare ai rapporti istituzionali, preservando l’equilibrio chi più si conviene – o dovrebbe convenirsi – in una amministrazione comunale che sta per inanellare i suoi dieci anni di attività alla guida dello stesso primo cittadino. Non accadeva a Novoli da tempo oramai immemorabile. 

All’uopo, conclude De Luca, voglia provvedere già entro il prossimo 20 gennaio 2014, ad un azzeramento di tutte le cariche interne alla Fondazione per disegnare insieme un nuovo soggetto attento alle istanze del territorio e dei nostri concittadini”.

E chiosa: “qualora le mie richieste non vorranno o potranno essere accolte, voglia accettare la remissione irrevocabile della delega consiliare al ‘Marketing del Territorio’”. 

Noi, di contro, restiamo in attesa di atti ufficiali che diano riscontro a queste istanze, auspicando un maggiore senso di responsabilità che preservi il bene della collettività in un paese già fin troppo provato e, da anni, in attesa di uno spiraglio che offra nuove opportunità di lavoro e di sviluppo alle giovani generazioni, oggi, nostro e loro malgrado, costrette ad allontanarsi da casa nella speranza di intravedere orizzonti un po’ più luminosi.

{loadposition addthis}