Lecce, Casa Pound protesta contro il degrado della Casa del Mutilato di Guerra

0
186
Lecce – “Questo monumento non è luogo di bivacco”, queste le parole dello striscione esposto da CasaPound Italia per protestare contro il degrado e l’inciviltà di cui è preda la Casa del Mutilato di Guerra.
Gli esponenti di CPI hanno affisso cartelli con la scritta “divieto di bivacco” e transennato simbolicamente il monumento.
 
“Abbiamo dato voce alla rabbia de residenti e degli esercenti verso gli atti di inciviltà che colpiscono la Casa del Mutilato, ormai divenuto luogo di bivacco per ubriaconi che la considerano il loro WC a cielo aperto”, dichiara Matteo Centonze, responsabile politico di CPI.
 
“Quello che era conosciuto come il Vittoriano di Lecce – aggiunge Danilo Biagioli, responsabile cittadino di CPI – biglietto da visita per i turisti e luogo di commemorazione per chi ha combattuto per la nostra Nazione durante la Grande Guerra, deve essere tutelato dalle istituzioni preposte, pertanto chiediamo che sia controllato da sistema di videosorveglianza, monitorato dalle forze dell’ordine e che sia severamente punito chi manca di rispetto verso la nostra storia”.