#Amministrative2016:Trepuzzi, continua il viaggio fra i candidati delle tre liste

0
2354

CopertinaTrepuzzi (Le) – Continua il nostro viaggio fra i candidati delle tre liste che si contenderanno il governo cittadino. Nostro primo interlocutore una vecchia conoscenza della cittadinanza il dr. Fernando Monte, medico e presidente uscente del Consiglio Comunale, candidato con la lista che appoggia Giuseppe Taurino. A lui abbiamo chiesto quali sono i punti focali di questa nuova avventura per Trepuzzi, divenuta, con l’acquisizione di Casalabate, comune costiero: “I miei sforzi saranno indirizzati a costruire una  Trepuzzi Casalabate che sappia guardare al futuro senza rinunciare alla sua storia ricca di contenuti. Una città attenta alle esigenze delle giovani generazioni che però sia sempre

pronta e attiva a valorizzare i “nonni” patrimonio vivente delle nostreFernando Monte radici. Gli anziani e i progetti in programma per loro devono essere sempre al centro dell’attività programmatica della futura amministrazione. Le nuove povertà sono una delle difficoltà che insieme dobbiamo riuscire  a debellare o quantomeno arginare”.

Ci apprestiamo ora a conoscere un poco più in profondità due “esordienti” della politica locale: Dario De Matteis, candidato con Massimo Scarpa nella Lista del Movimento Cinque Stelle, ed Elena Pezzuto con la Lista On di Antonio Miglietta.

Dario si racconti ai nostri lettori:

De Matteis“Ho 34 anni e sono un Appuntato dei Carabinieri. Mi reputo una persona sincera e generosa. Ho una compagna ed un figlio di quasi 2 anni. Amo molto lo sport e nello specifico il calcio che da sempre pratico in squadre dilettantistiche. Proprio questo sport, mi ha insegnato il rispetto delle persone e degli avversari, ma allo stesso tempo mi ha reso una persona competitiva ma leale”.

Ha mai avuto esperienze politiche ?

“No, non ho mai avuto esperienze politiche, nonostante abbia sempre seguito le varie vicende politiche sia a livello nazionale che a livello locale”.

Per quale motivo si è proposto come portavoce del Movimento Cinque Stelle?

“Mi sono proposto come portavoce del Movimento 5 Stelle,   perché come semplice cittadino ho voluto fare la mia parte, mettendo la mia esperienza di vita, a sostegno degli altri cittadini”

Quale dovrebbe essere secondo lei il compito svolto da un portavoce del movimento?

“Il compito del portavoce è quello di farsi carico delle richieste e delle esigenze dei cittadini cercando di trasformarle in risultati reali, cercando di essere sempre un punto di riferimento per il cittadino”.

Quali sono le sue cinque stelle del movimento per Trepuzzi?

“Le mie 5 Stelle per Trepuzzi sono: 1-Trasparenza; 2-Equità sociale e giustizia lavorativa; 3-Diritto alla casa; 4-Ambiente; 5-Scuola ed attività sportive (per me sono strettamente collegate)”.

Quali pensa siano i concetti identificativi del Movimento che lo rendono diverso dalle altre due liste in competizione?

“La differenza tra la nostra Lista Civica 5 Stelle e le altre due liste, sta nel fatto che noi non siamo delle persone che fanno della politica un lavoro, infatti possiamo fare al massimo 2 mandati, siamo inoltre, persone incensurate come dimostrano i nostri certificati di casellario giudiziale e carichi pendenti e non cerchiamo voti ma partecipazione, quindi non usiamo mezzi meschini per accaparrarci voti”.

Lei è abituato a lavorare in gruppo oppure è uno spirito indipendente?

“Sono da sempre abituato a stare in gruppo, sia tramite il mio lavoro, che se non lo svolgi in un gruppo affiatato non otterrai mai risultati nella lotta alla criminalità, sia nel calcio, in quanto anche lì se in una squadra uno non aiuta l’altro è difficile portare il risultato a casa. Infine, concludo,  ringraziandovi della possibilità data a me ed agli altri amici attivisti, per farci conoscere, vi saluto e vi auguro buon lavoro”.

Elena si racconti ai nostri lettori:

“Ho 34 anni ed ho sempre vissuto a Trepuzzi Ho lavorato circa dodici anni in una agenzia di assicurazioni. Ora ho un BeB che gestisco insieme a mio marito. Elena PezzutoSono madre di un bambino di due anni. Nel tempo libero mi piace viaggiare, leggere e ristrutturare vecchi mobili”.

Ha mai avuto esperienze politiche ?

“Questa è la mia prima esperienza politica”.

Per quale motivo ha scelto On – accendi Trepuzzi?

“ON perché si è scelto di mettere da parte le ideologie politiche individuali nel nome di un obbiettivo comune che è quello di rilanciare Trepuzzi”.

Quale dovrebbe essere secondo lei il compito svolto da un consigliere comunale di On?

“Un consigliere comunale ON deve rimboccarsi le maniche per ridare luce al paese,nel rispetto del programma e con la partecipazione di tutti i cittadini”.

Quali sono cinque punti irrinunciabili per  Trepuzzi da affrontare nel caso la tua lista vincesse?

“Innanzitutto ridare vita a quelle strutture sportive che una volta erano il simbolo del nostro paese ovvero impianti sportivi e piscina, collaborare insieme al comune di Squinzano per rendere Casalabate sicura attraente e fiorente,assistere con le giuste competenze  chi vuole avviare un’ attività commerciale e riorganizzare il mercato settimanale,rendere Trepuzzi più bella dal punto di vista estetico, funzionante e funzionale, mettendo in atto fra le prime cose un piano del colore e dell’arredo urbano, insieme alla sistemazione delle aree verdi del paese”.

Quali pensa siano i concetti identificativi della sua lista  che la rendono diversa dalle altre due liste in competizione?

“Onestà, idee concrete e una nuova visione di Trepuzzi col bello negli occhi e nella testa. Le generazioni belle nascono e crescono in un mondo bello. Il vandalismo imperante nel mio paese è l’espressione di una buona fetta di gioventù che vive nel brutto e considero “normale” partecipare all’incuria con la devastazione”.