#Amministrative 2016. Trepuzzi, ritorno al passato?

0
1450

Giuseppe TaurinoTrepuzzi (Le) – Le idee di sviluppo e di governo del centrosinistra trepuzzino nella competizione elettorale sempre più prossima, non cammineranno sulle gambe del sindaco uscente Oronzo Valzano. Importante la dichiarazione di disponibilità alla candidatura per lo scranno più alto del palazzo di città di Giuseppe Taurino, che dovrebbe essere l’alfiere di un rinnovamento del centro sinistra cittadino e dare nuova linfa alla politica locale sicuramente un pochettino asfittica dopo un quarto di secolo in cui il centrosinistra ha ininterrottamente guidato le sorti del governo cittadino. Di sicuro Giuseppe Taurino è un politico esperto e di lungo corso, infatti l’attuale presidente del GAL Valle della Cupa è stato Consigliere Comunale dal 1988 al 1993, Sindaco dal 1993 al 2001, Vicepresidente della Provincia dal 1999 al 2001, parlamentare nella XII Legislatura, eletto nelle elezioni regionali del 3 e 4 aprile 2005, nelle liste dei Ds (Democratici di Sinistra), al Consiglio della Regione Puglia per la sua prima legislatura.

Un curriculum di tutto rispetto che se da un lato potrebbe far stare tranquilli i trepuzzini sulla esperienza di governo del Presidente Taurino, potrebbero dare adito a qualche perplessità su una richiesta di rinnovamento dell’azione politica nel governo cittadino che la brava gente di Trepuzzi chiede a gran voce da qualche tempo.

Nel centro sinistra, dunque, la voce di popolo darebbe già per conclusa la ricerca del candidato sindaco, nonostante la prudenza e le dichiarazioni dei dirigenti locali del partito democratico secondo i quali si continua a lavorare per consultare la base ed ampliare al massimo la platea degli interlocutori per trovare le giuste convergenze su una figura che sappia fare sintesi del progetto per la prossima consiliatura del centrosinistra locale che non mostra intenzione alcuna di  abbandonare la lotta per conservare guida del paese.

Vito LeoneNel campo avverso, voci rivelatesi infondate alla luce delle dichiarazioni rilasciate alla stampa locale, davano per possibile una ennesima candidatura del dr. Giovanni Perrone; il nome “nuovo” sarebbe quello del candidato Sindaco alle ultime consultazioni elettorali con il movimento Fronte Comune l’attuale consigliere Vito Leone.

È necessario che ogni forza politica, ogni associazione debba rendicontare la sua attività partendo dal dichiarato nel 2011 ed il realizzato ad oggi in un confronto franco, aperto, costruttivo per il bene della comunità. Questo quanto affermano dal movimento creato nel 2011 dal consigliere Leone la cui candidatura è a disposizione dell’On. Fitto e dei vertici provinciali dei Conservatori e Riformisti per le Amministrative del 2016, nella convinzione  di poter affrontare con serenità, ogni possibile soluzione perché si superino le divisioni passate per dare nuove opportunità al paese in un momento difficile di crisi economica sociale.

A guardare le candidature papabili la città si trova di fronte sicuramente al “nuovo che avanza”, ma il popolo sovrano, quando gli viene concesso di esercitarla la sua sovranità, riesce a darsi ed a dare quella scossa che induce i politici ad intraprendere quella via di rinnovamento ed a perseguire quel bene comune che tutti dichiarano di porre in maniera prioritaria nella eventuale azione di governo che andranno ad intraprendere.