Oronzo Valzano proclama la “jihad” contro il saccheggio delle coste fra Brindisi e Casalabate

0
968

casalabateTrepuzzi (Le) – Chiamata alla armi per intensificare la lotta per la tutela del nostro territorio da parte di Oronzo Valzano, primo cittadino di Trepuzzi, ai suoi colleghi di Brindisi, San Pietro Vernotico, Squinzano e Torchiarolo:

Voglio richiamare la vostra attenzione sulla situazione che riguarda lo specchio di mare che bagna le nostre marine e sulla necessità di intraprendere azioni comuni finalizzate alla tutela del nostro territorio.

Non vi è dubbio che in questi ultimi anni il golfo di Brindisi – San Gennaro – Lendinuso – Casalabate, che costituisce lo specchio di mare prospiciente le nostre marine, sia stato oggetto di particolari attenzioni da parte di grandi gruppi industriali. Mi riferisco, oltre alla questione dell’approdo TAP, anche alla possibilità di istallazione di pale eoliche off shore a largo ( ma non tanto) delle nostre spiagge, ed ancora delle possibili ricerche di idrocarburi in mare che potrebbero essere effettuate a pochi chilometri dalla battigia. Al fine di condividere una comune politica di gestione della nostra area rivierasca, propongo di formare un gruppo di lavoro intercomunale per dare seguito ad un patto di consultazione e coordinamento, utile a perseguire, dove sia possibile, linee comuni nella tutela del nostro territorio”. A noi non resta che sottolineare la lodevole iniziativa del Sindaco di Trepuzzi, ma una domanda vogliamo porcela e porvela: possono dialogare per il bene comune, superando sterili interessi di campanile, i primi cittadini di ben cinque comuni, quando fra Trepuzzi e Squinzano non si riesce a trovare una via unitaria per il governo della martoriata marina?

{loadposition addthis}