Villa Convento, ritrovato cadavere in villa

0
4553

morto suicidaVilla Convento (Le) – Si tratterebbe di G. D.S., un noto professionista (in giovinezza aveva studiato architettura) 69enne leccese il cadavere dell’uomo ritrovato stamane, poco dopo mezzogiorno, in una villa sita sulla provinciale che conduce da Novoli al capoluogo di provincia. 

A dare l’allarme i vicini di casa preoccupati per la sua assenza. Ad intervenire per primi nell’abitazione, le Guardie Giurate della De Iaco Security. Quello che è apparso immediatamente sarebbe la scena di un suicidio. L’uomo era riverso a terra, in una pozza di sangue. Accanto a lui un fucile a canna corta, probabilmente morto da diversi giorni.

Sempre stando alla testimonianza di quanti lo conoscevano, sembra, infatti, che l’ultimo “avvistamento” dell’uomo risalirebbe a lunedì 18 maggio quando è stato notato a bordo della navetta bus che copre la tratta Lecce-Villa Convento L’ingegnere, una persona taciturna anche se sempre molto cordiale, non aveva l’abitudine di usare i mezzi pubblici. Già questo aveva destato stupore. Così come aveva destato “curiosità” la connotazione dimessa delle sue movenze. Un uomo stanco, rapito da chissà quali pensieri, gli stessi, forse, che lo avrebbero costretto all’insano gesto.

Accanto al cadavere, oltre al biglietto della sua ultima corsa in bus, sembrerebbe essere stata rinvenuta anche una lettera, probabilmente indirizzata ai suoi due figli (un maschio ed una femmina) che vivevano fuori sede.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Stazione “S.Rosa” (competenti per territorio ed al comando del m.llo Oronzo Calogiuri) insieme al Reparto del Nucleo Investigativo ed ai Sanitari del 118. Ulteriori approfondimenti saranno resi noti nel corso della giornata.