San Cataldo, sembrava una tartaruga ma era una bomba a mano

0
744

Bomba a mano

San Cataldo (Le) – E’ ancora al vaglio degli inquirenti la vicenda che, poco dopo le 18 di oggi, ha visto protagonista un anziano signore nella marina di San Cataldo, a 15 chilometri da Lecce.

Mentre era affaccendato nella cura del suo giardino, si è affacciato in un terreno incolto e confinante con la sua abitazione. La scoperta è stata a dir poco sorprendente: l’uomo infatti, prestando attenzione a dove posava i piedi, ha notato la presenza di un oggetto molto simile ad una tartaruga. Nell’afferrarlo, però, si è subito accorto che si trattava di una bomba a mano, con la spinetta di sicurezza ancora inserita e quindi potenzialmente esplosiva. 

Immediatamente ha inserito e sigillato l’ordigno in una busta in plastica recandosi alla locale Capitaneria di Porto, anche per salvaguardare l’incolumità dei passanti o di bambini solitamente dediti alla frequentazione di quel posto. Da lì è stata contattata la Questura di Lecce insieme agli artificieri per esperire le operazioni del caso, cercando di far luce sulla vicenda per scoprire la provenienza di quanto ritrovato, quasi sicuramente un residuato bellico.

Al momento non si conoscono i dettagli dell’operazione né se l’ordigno sarà fatto brillare o disinnescato in altro modo.

{loadposition addthis}