Porto Cesareo, nuova intimidazione rivolta a Stefano My, candidato consigliere con “Cambiare rotta”

0
867

MyPorto Cesareo (Le) – Torna nel mirino dei malviventi Stefano My, candidato nella imminente tornata elettorale nella lista “Cambiare Rotta” che vede candidato a sindaco il giovane Francesco Schito.

E’ stato lo stesso My a rinvenire sul sedile anteriore destro (passeggero) della propria auto (una Dacia Sandero) una ogiva deformata L’auto era parcheggiata davanti la sua abitazione in località Boncore (frazione di Nardò).

L’ogiva è stata introdotta attraverso un finestrino semiaperto e posata sul sedile. Il ritrovamento risale alla tarda mattinata di oggi ed il candidato ha denunciato subito l’accaduto ai carabinieri  della compagnia di Campi Salentina che già stavano indagando sull’episodio precedente.

Proprio Stefano My la notte del 23 Maggio scorso aveva, infatti, subito un atto intimidatorio. Ignoti, a bordo di una moto, avevano esploso sei colpi di pistola davanti la sua abitazione.

Francesco Schito ha espresso rammarico per quanto accaduto e afferma: “Rivolgo un appello, un invito forte a tutti i concittadini, a tutte le forze politiche, ai giornalisti per fare squadra, una squadra per la pacificazione, per la serenità, per la cortesia, per la solidarietà quando accade qualcosa di negativo a uno di noi. Un secondo atto intimidatorio notturno nei confronti di un candidato della mia lista ne fa scattare un profondo rammarico a me e a tutto al gruppo; non voglio che ci lasciate soli in questa situazione ma ecco appunto spero possiate fare squadra nei concetti indicati. Un ringraziamento alla forze dell’ordine unito all’auspicio di maggiore sorveglianza notturna, se ciò compatibile con gli altri impegni e priorità delle stesse forze dell’ordine”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleRiapre a Novoli la Pinacoteca Comunale: il 27 maggio taglio del nastro e workshop sul tema “Il museo del fuoco e la Pinacoteca”
Next article#Amministrative2015. Lettera aperta ai candidati a Sindaco di Novoli