Panico a causa di un fulmine in pieno centro a Porto Cesareo

0
7420

IMG 20150808 WA0015Porto Cesareo (Le)  – Mancava qualche minuto alle 13 quando un temporale ha scompaginato il programma dei tanti turisti e residenti presenti in questi giorni nella marina jonica. Sulla spiaggetta centrale, a Porto Cesareo, soprannominata “La triglia”, si trovavano in quel momento una decina di persone, tra giovani ragazzi provenienti da Roma e accampatisi con tenda proprio sotto il grande albero di pino marittimo oltre ai passanti che rientravano nelle loro abitazioni per pranzare.

Colti dalla pioggia, hanno pensato tutti di ripararsi sotto un grande albero, sperando che si trattasse solo di una nuvola passeggera, ma così non è stato. Dovrebbe essere aIMG 20150808 WA0013 tutti ben noto che, in caso di pioggia, bisognerebbe evitare di sostare sotto gli alberi, soprattutto se alti, perché potrebbero facilmente attirare i fulmini.

Ed infatti così è stato. Un violento fulmine ha colpito il grande albero, squarciandolo. Lo scoppio ha creato schegge di legno che hanno colpito i poveri mal capitati che, terrorizzati, sono fuggiti, cercando riparo altrove. Fortunatamente il fulmine non ha generato un incendio e i danni si sono limitati a pochi minuti di paura. 

Tra i ragazzi vi era anche una donna incinta che, dopo l’accaduto, per il forte spavento si è recata in ospedale per sottoporsi ad alcuni controlli.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleTrepuzzi, Bande a Sud 2015: la prima è un successo
Next articleSquinzano, omicidio in pieno centro. Il paese è sconvolto