Novoli, costituito oggi il coordinamento dei Corpi di Polizia Municipale per i “Giorni del Fuoco”

0
681

Raffaele Paladini Comandante VigiliNovoli (Le) – “Circa 100 mila visitatori spalmati in tre giorni (dal 16 al 18 gennaio) per assistere ai riti religiosi (la benedizione degli animali, la processione, le celebrazioni delle Sante Messe) ed a quelli civili (l’accensione della Fòcara, il 16 gennaio alle 19.30, le gare pirotecniche il 17 gennaio, nel pomeriggio ed in serata, i vari eventi che fanno da corona agli appuntamenti tradizionali: conferenze, mostre, degustazioni…); oltre 180 gli operatori della Protezione Civile che presidieranno tutte le principali vie di accesso al paese ed ai luoghi della festa; 38 le associazioni di volontariato interpellate e che hanno confermato la loro adesione per coadiuvare i 15 Vigili Urbani che daranno manforte ai colleghi provenienti dai vari comuni limitrofi; 8 le ambulanze del servizio 118; 4 i mezzi antincendio della Protezione Civile”.

Questi erano i numeri che, appena un anno fa, il comandante della Polizia Municipale di Novoli, ten. Raffaele Paladini, rendeva noti alla cittadinanza ed agli organi di stampa. Nel 2013 i Comuni venuti a dare man forte erano stati Lecce, Surbo, Trepuzzi, Monteroni, Campi, Galatina e Vernole.

Quest’anno è l’intera Unione dei Comuni del Nord Salento a volersi far carico dell’organizzazione logistica legata ai “Giorni del Fuoco”. A tal fine, si è tenuto oggi, presso il comando di Polizia Municipale di via Pendino, un briefing fra i comandanti dei Corpi di Polizia Municipale dell’Unione, su iniziativa dello stesso ten. Paladini, al fine di coordinarsi e collaborare proficuamente assicurando la migliore riuscita dell’evento in termini di sicurezza e viabilità.

Il comandante Paladini si è detto molto soddisfatto di questa collaborazione intrapresa con i colleghi dei paesi limitrofi. Fondamentale, infatti, è rassicurare quanti vorranno venire a Novoli per assistere ai festeggiamenti, che, come ogni anno, saranno anche nel 2015 un momento di gioia. L’obiettivo è fare in modo che tutto si svolga all’insegna della sobrietà e dove il rispetto delle regole possa fare della festa un eccellente momento di promozione dell’immagine del paese.

{loadposition addthis}