Lecce, “Dignità autonome di prostituzione”: lo spettacolo al Paisiello

0
287

Dignità autonome ...Lecce La casa chiusa dell’arte, è aperta! Questo è stato lo slogan d’apertura dello spettacolo “Dignità Autonome di Prostituzione”. Nulla di osceno, la cultura bistrattata, sottopagata, per nulla considerata ai giorni nostri, è stata messa in piazza, messa a nudo, venduta e comprata, negoziato il suo valore.

Un titolo provocatorio per uno spettacolo altrettanto accattivante che mette in moto pensieri e riflessioni sull’importanza della cultura e del teatro in Italia.

La regia è di Luciano Melchionna, il “Papy”, come lo chiamano i suoi attori, la compagnia è quella del Teatro Stabile di Napoli, che dal 23 al 27 aprile è stata a Lecce al Teatro Paisiello, per uno spettacolo che già l’anno scorso nella città barocca ha registrato il sold out.

La curiosità scaturisce già all’entrata del teatro, dove vengono distribuiti dei dollarini, con i quali sono stati pagati i propri “prostituti”: giovani e talentuosi artisti che contrattavano con gli spettatori il pagamento della loro performance e quindi si potevano incontrare Giulietta di Shakespeare, il “se la canta e se la sona” con la sua chitarra e i motivetti autobiografici, Gnegno il clown, Wanda la Vamp, Lolita, “la mio fratello”, “la nave scuola” e tanti altri.

Ognuno ha avuto un suo spazio nel quale mettere in scena la propria arte: un palchetto, un camerino, una location fuori dal teatro: si potrà assistere ad uno spettacolo diverso dal solito, difficile da spiegare in due righe, Il divertimento era assicurato!

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleI RiciCloni: giocando si ricicla
Next articleL’analisi: Lecce comunque fantastico, giù le mani da questo gruppo