Acceso questa sera l’Albero di Natale di Villa Convento

0
365

Albero di Natale Villa Convento 2015Villa Convento (Le) – L’abete di 5 metri che Monteco s.r.l., pubblico gestore del sevizio di igiene urbana, e l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Lecce hanno regalato alla comunità dei residenti della frazione di Villa Convento per il 66% di raccolta differenziata raggiunto è stato addobbato nel pomeriggio dagli operatori della ditta, dall’Assessore Andrea Guido e da tantissimi cittadini accorsi con decorazioni, messaggi e luminarie varie.

“Si tratta di una comunità straordinaria – ha dichiarato l’Assessore Guido – che da sempre partecipa attivamente alla vita della città portando una carica smisurata di entusiasmo e voglia di fare ad ogni iniziativa che lanciamo. E’ stato bellissimo veder arrivare tanta gente, bambini, anziani, giovani e meno giovani, con in mano ogni tipo di addobbo. Ed è stato emozionante prendere parte attiva alle decorazioni fianco a fianco con persone che condividono così tanto amore per il loro ambiente.

Villa Convento virtuosa non solo per la differenziata. Non solo quindi perché non si sono mai verificati fenomeni di abbandono dei rifiuti per strada o nelle campagne circostanti, come invece spesso è accaduto in città all’avvio del servizio porta a porta. Virtuosa anche e soprattutto per l’armonia, il rispetto e il senso civico che regna tra la comunità del borgo. Si tratta, infatti, di una comunità che dovrebbe essere assunta ad esempio da parte di tutti noi”.

Il grande abete è posizionato in via Pavarotti, punto di ritrovo dei cittadini di Villa Convento; al termine delle festività l’albero sarà piantumato in una zona verde della frazione condivisa con la comunità. 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, spacciava al campo sportivo. Arrestato in flagranza
Next articleItinerario rosa 2016, idee e proposte progettuali entro il 31 gennaio