Itinerario rosa 2016, idee e proposte progettuali entro il 31 gennaio

0
282

Torna anche nel 2016 la rassegna dedicata alla donna giunta alla diciottesima edizione. Primo incontro il 12 gennaio 2016, alle ore 16, al S. Anna


itineriario rosaLecce – Torna anche quest’anno Itinerario Rosa, la manifestazione (giunta alla diciottesima edizione) che mira a valorizzare il ruolo sociale e culturale della donna attraverso una serie di iniziative di recupero delle principali espressioni artistiche, utilizzando contesti di grande pregio storico ed architettonico della città e coinvolgendo le associazioni femminili operanti sul territorio.

Come ogni anno, per diverse settimane  nel corso della prossima primavera (anche in coincidenza della Festa della Donna), numerosi “percorsi al femminile” caratterizzeranno l’offerta culturale, sociale ed artistica dell’amministrazione comunale.

Le associazioni femminili interessate possono offrire il proprio contributo nella programmazione dell’edizione 2016, presentando proprie idee e proposte progettuali presso l’Assessorato alla Cultura (Corso Vittorio Emanuele, 16) entro il 31 gennaio 2016 nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 11.30 alle ore 13.30.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al dirigente del Settore Cultura Nicola Elia (tel. 0832 682981) o al funzionario responsabile dell’ iniziativa Annamaria Margiotta (0832 682102).

L’assessore al Turismo e Marketing territoriale, Spettacoli ed Eventi, Luigi Coclite coglie l’occasione per invitare le associazioni femminili all’incontro che si terrà il giorno 12 gennaio 2016, alle ore 16, nella sala conferenze al primo piano dell’ex Conservatorio S. Anna.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleAcceso questa sera l’Albero di Natale di Villa Convento
Next articleLecce, SGM dona alla Caritas Diocesana quattromila euro a favore dei più bisognosi