La Svicat risale la china: 22-15 al Messina

0
239

svicatMelendugno (Le)- La serie negativa di tre sconfitte consecutive è ormai un ricordo per la Svicat che, tra le mura amiche dello “Svicat Stadium” di Melendugno, batte il Messina e porta a casa la seconda vittoria consecutiva che rilancia le quotazioni Evergreen in chiave playoff. La squadra salentina, grazie ai quattro punti di oggi, si trova ora al settimo posto in solitaria a quota 18 punti a due lunghezze dal Primavera Rugby.

La partita incomincia in discesa per i ragazzi di coach Fedrigo che, dopo tre minuti, beneficiano di una meta realizzata da Paolo D’Oria a seguito di una défaillance difensiva della retroguardia messinese; Robuschi realizza ed avvio in pompa magna con il 7-0 per la Svicat. I siciliani reagiscono trovando i tre punti dalla piazzola con Smith, cercano il pari ma espongono il fianco alla reazione salentina che però si concreta soltanto nei tre punti di Robuschi su calcio piazzato. Il periodo restante del primo tempo è condizionato dal maltempo che costringe le squadre a giocare più sulla fisicità che sulla tecnica: la conseguenza è il permanere del 10-3 fino al riposo.

La ripresa si apre con l’accelerazione messinese che trova i sette punti grazie alla meta con realizzazione di Smith. Il pari permette la reazione salentina che, lottando duro su ogni pallone, guadagna e beneficia di quattro calci piazzati realizzati da Riccardo Robuschi. Il vantaggio Evergreen trova nel finale la risposta messinese che, con il solito Smith, realizza la seconda meta siciliana che permette il punto in classifica alla sua compagine. 

 

{loadposition addthis}