Mister D’Aversa: “Dobbiamo migliorare nella gestione del pallone, domani affrontiamo i più forti”

0
28

Lecce – Alla vigilia della gara contro il Napoli, mister D’Aversa ha parlato in sala stampa. Il mister si è soffermato sull’atteggiamento avuto dalla squadra durante la partita contro la Juventus: “Siamo scesi in campo come a Firenze con il vertice alto a centrocampo. Siamo dispiaciuti perché è arrivata la prima sconfitta. Guardo il percorso, cosa abbiamo fatto e cosa stiamo facendo. Siamo riusciti a tenere testa alla Juventus ed è motivo di orgoglio. A Torino abbiamo perso non per errori arbitrali ma nostri. Abbiamo fatto una grande fase difensiva nonostante una squadra forte in attacco. Abbiamo fatto un’ottima partita a livello difensivo, meno in aggressività nell’ultima parte. Però, non dimentichiamo mai il percorso che siamo chiamati a fare”. A Torino sono scesi in campo, per la prima volta da titolari, Oudin, Venuti: “Se ci fossero le possibilità, scenderebbero in campo anche domani dal primo minuto. Devo fare delle valutazioni visto le partite ravvicinate. Dorgu-Gallo sono interscambiabili. Tre partite in una settimana, mi impongono di guardare alla situazione del singolo e a quello che vogliamo mettere in campo”.

Il mister non si sbilancia sulla formazione di domani: “Considero titolari tutti. Come ho già detto, devo guardare alla condizione dei nostri ma anche alla tipologia di squadra che incontriamo”. Si registrano molti cartellini gialli nelle ultime partite: “E’ frutto del nostro modo di giocare. Andiamo in aggressione ed è normale prendere il cartellino. Quello che dobbiamo evitare è cadere in cartellini inutili. Il rosso a Kaba non posso rimproverarlo. Forse, ha peccato in malizia ma non nel gesto. Lavoriamo costantemente per non mettere in difficoltà l’arbitro. Ad ogni modo, non abbiamo perso per colpa dell’arbitro”.

Sull’avversario: “Affrontiamo i campioni d’Italia. Sono completi in tutto. Corrono e giocano a pallone. Oshimen è un giocatore importante. Attacca la profondità e credo che sia uno dei migliori in Europa. Gioca bene e fa molto fraseggio. Riescono a costruire sia a tre che a quattro. Dovremo dare qualcosa in più rispetto al 100%, grazie anche al nostro pubblico. L’avversario deve essere rispettato ma dobbiamo provare a metterli in difficoltà. Contro la Juventus, abbiamo avuto qualche occasione per fare male. Ho analizzato, però, tutti i dati. Abbiamo concesso pochissimo. E’ vero pure che loro sono bravissimi nel palleggio. Dobbiamo migliorare nella gestione della fase di possesso. Soprattutto, capire come giocare il pallone per fare male all’avversario“.