Lecce, la ripresa tra tensioni ed infortuni da esaminare.

0
436

Allenamento

Squinzano (Le) Un vento forte sibilante tra gli alberi del “Comunale” di Squinzano ha accompagnato il pomeriggio odierno, dove si è svolto il primo allenamento della settimana dopo la fiducia concessa ieri all’allenatore Francesco Moriero dal patron Savino Tesoro. Il trainer leccese ha avuto anche un colloquio con i tifosi presenti al “Comunale” che hanno chiesto a Moriero quei risultati e quei punti in classifica che sarebbero provvidenziali all’inversione di rotta di un campionato partito in modo orribile.  

Il lavoro di oggi – L’allenamento odierno è odierno è iniziato con un lavoro atletico agli ordini del vice Morello che ha sottoposto i giallorossi ad una serie di ripetute percorrenti il campo in orizzontale. Hanno svolto invece una corsetta di scarico Bellazzini, Martinez, Salvi e Vinetot. Non erano presenti sul rettangolo di gioco Papini, Rullo e Bencivenga, invece Fabrizio Miccoli e Mariano Bogliacino hanno svolto del lavoro differenziato in palestra. Il lavoro sul campo del “Comunale” si è poi concluso con una partitella a metà campo che ha visto opposte due formazioni con carte naturalmente mischiate da parte del trainer leccese. Tra le giocate dei calciatori in campo è emerso anche il viceallenatore Alessandro Morello, che impegnato con la squadra che vestiva le casacche arancioni, si è disimpegnato bene tra i ragazzi di Moriero mostrando un piede ancora caldo e degno della sua carriera che tra serie A e B lo ha visto vestire le maglie di Lecce, Acireale, Fidelis Andria, Venezia, Genoa e Cosenza. In arancione c’erano Bleve, Morello, Nunzella, Martinez, Amodìo, Bellazzini e Cortellezzi, invece in blu rispondevano Perucchini, Vinetot, D’Ambrosio, Ferrero, Sales, Beretta, Zigoni.

{gallery}Gallerie/allenamentolecce17092013{/gallery}

Bollettino medico – In sala stampa si è presentato il dott. Giovanni Rizzo, responsabile sanitario dell’ U.S. Lecce, per chiarire le situazioni degli infortunati e dei calciatori in differenziato. Prima su tutte è stata la situazione di Fabrizio Miccoli: “Fabrizio ha un programma personalizzato a causa di problemi di sovraccarico dovuti alla sua struttura fisica. Questo programma è realizzato a scopo precauzionale per cercare di recuperarlo completamente dai problemi al piede sinistro ed agli adduttori”. Per Bencivenga e Parfait domani saranno previsti esami strumentali a seguito dei problemi rispettivamente al tallone ed al quadricipite. Per il terzino ex Ternana c’è ottimismo visto il miglioramento del suo stato di giorno in giorno. Un recupero in 20 giorni invece è atteso per Erminio Rullo e Marcus Diniz, alle prese con problemi alla giunzione neo tendinea per il terzino di Casoria ed ad un problema al muscolo pettineo ed al retto dell’addome che hanno tenuto lontano per molto tempo il brasiliano ex Como e Livorno, che si sottopone ad un lavoro differenziato in campo ed in palestra con la cyclette. Due settimane di tempo serviranno invece per riavere al 100% Mariano Bogliacino, anch’egli sofferente alla giunzione neo tendinea della gamba sinistra. Un capitolo a parte merita l’altro lungodegente Papini: “il ragazzo è arrivato con un trauma contusivo alla gamba destra, i giorni di lavoro poi hanno causato la lesione al muscolo soleo della gamba destra, in ogni caso anche lui sarà pronto in 20 giorni”.  In conclusione il dott. Rizzo ha ricordato le cause del problema del sovraccarico, fattor comune di molti infortuni dei giallorossi, imputandolo a molteplici cause quali i campi e le reazioni diverse di molti giocatori che tendono a forzare non lamentando subito i problemi.

{loadposition addthis}