Il Lecce supera il Crotone con un autogol

0
37

Partita strana quella di oggi al Via Del Mare, divertente, piena di occasioni. Nella 10° giornata del campionato di Serie B, il Lecce ha ospitato il Crotone alla vigilia dell’arrivo di Massimo Oddo sulla panchina dei calabresi. Se il sogno di questi ultimi è risalire subito nella massima serie, attualmente sono proprio i giallorossi ad occupare una posizione di classifica privilegiata che, dopo la vittoria di misura odierna, li ripropone a soli tre punti dalla vetta.

La gara si apre con i padroni di casa che dominano il possesso palla e controllano, grazie anche al buon Vigorito, i tentativi degli avversari. Al 16′ Mancosu si svincola dalla difesa e prova un tiro centrale, troppo debole per far male come spesso accade. È il Crotone però che potrebbe passare in vantaggio al 19′, se il portiere giallorosso non parasse con i piedi un colpo di testa di Simy. Dopo una manciata di minuti, una deviazione fortuita cambia la traiettoria di una testata di La Mantia ma al 36′ c’è un altro tocco, stavolta letale, che corregge un cross di Venuti e manda in porta il pallone. Un vantaggio non certo regalato, per un Lecce che ha sempre giocato e costruito. Gli ospiti non sono da meno e provano a pareggiare poco dopo, prima con un bel tiro di Rohden, sul quale Vigorito si supera ancora e poi con Firenze che spedisce di poco fuori.

Il Lecce capisce che i restanti 45′ saranno duri, e in effetti il Crotone ci proverà con tenacia fino alla fine, pagando in tensione e subendo anche un pò di sfortuna. Molte infatti le occasione, ma anche i giallorossi sprecano, prima con La Mantia e poi con Palombi. Clamoroso l’errore di Vigorito al 61′, che sbaglia un rinvio ma riesce a metterci una pezza. Si fa vedere ancora Simy per i calabresi, che all’81’ colpisce anche la traversa. La risposta è affidata di nuovo a Palombi, che subito dopo trova solo il palo e poco dopo sfiora il colpo con il tacco. La partita si conclude con il Crotone che al 90′ potrebbe reclamare per un possibile rigore, ma la protesta sfuma già sul nascere e il Lecce può esultare di fronte ai suoi tifosi ( non tantissimi, per la verità).  Non ci sarà però da festeggiare a lungo, fra qualche ora si torna al lavoro: lunedì il Pescara ci aspetta fuori casa.


Tabellino

LECCE-CROTONE 1-0

LECCE: Vigorito; Venuti, Meccariello, Marino, Calderoni; Petriccione, Arrigoni, Tabanelli; Mancosu (82′ Haye); La Mantia (72′ Pettinari), Palombi. A disposizione: Bleve, Milli, Di Matteo, Cosenza, Lepore, Torromino, Dubickas, Tsonev, Fiamozzi, Armellino. Allenatore: Liverani.

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Vaisanen, Marchizza (28′ Golemic), Martella; Faraoni (63′ Crociata), Barberis, Rohden; Firenze (72′ Budimir); Stoian, Simy. A disposizione: Figliuzzi, Festa, Curado, Cuomo, Molina, Zanellato, Valietti, Spinelli, Aristoteles. Allenatore: Moschella.

Marcatori: 36′ autorete Golemic

Ammoniti: Cordaz (C), Venuti (L), Haye (L), Golemic (C)

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 1 (Pagnotta-Bresmes; IV Dionisi).