ASD Novoli: nati per vincere

0
1037

novolesi

C’è un progetto calcistico che andrebbe preso come esempio dalle società di categorie superiori, parliamo dell’ASD Novoli. Una società all’avanguardia strutturata da “grande”; nella squadra del paese della Fòcara ogni tassello è al posto giusto in un puzzle che si sta rivelando vincente. Nel 2011/12 i rossoblù retrocessero in modo rocambolesco in Prima Categoria.
La polvere del Toto Cezzi abbracciò le lacrime amare d’un calcio che rischiava di scomparire.

Fu a quel punto che il sodalizio di via Trepuzzi forte dell’ossatura, d’una struttura matura, formata dal presidente Nino Sebaste, da Francesco De Pascalis, Francesco Murra, Giammaria Greco, Luigi Soleti e dai fratelli Ruggio, iniziò a guardare avanti, verso un futuro da colorare di “rossoblè”. Poi è arrivata la meritata promozione dell’anno scorso e l’avvento del nuovo anno con l’arrivo del Diesse Luca Spagnolo e del d.g. Massimo Potì. Tutti insieme hanno tessuto e costruito con meticolosità l’organico attuale che vede la squadra proiettata al primo posto del campionato di Promozione.

Quali sono le ambizioni di questo Novoli? Lo abbiamo chiesto al Presidente Sebaste e Murra: “Dove potremo arrivare? È ancora presto ancora per dirlo. Una cosa è certa, vogliamo raggiungere la salvezza quanto prima, poi si vedrà. Una volta raggiunto quel risultato, forti del nostro dodicesimo uomo in campo, i tifosi encomiabili che ci seguono ovunque, penseremo al resto”. Poi hanno aggiunto: “Il nostro è un progetto etico e di largo respiro che non guarda soltanto all’immediato presente; abbiamo chiari obiettivi per il futuro. È un progetto serio e speriamo duraturo che mette al centro il calcio ed i valori. Abbiamo dei pilastri importanti su cui poggiano le nostre certezze: dalla collaborazione di partner e professionisti di qualità (Parsec 3.26 e Conchiglia Azzurra spa), allo staff tecnico guidato da mister Simone Schipa alla direzione sportiva di Luca Spagnolo, per finire al nuovo assetto del settore giovanile guidato dal dg Massimo Potì che conta ben 200 ragazzi (con i campionati dai primi calci all’under 18). Un lavoro giornaliero continuo e costante con tanti sacrifici e che oggi grazie ai risultati della prima squadra registra una buona visibilità”.
Salvatore EpifaniIl Novoli vanta una rosa importante che amalgama il giusto mix di esperienza dei vari Salvatore Epifani (il capitano), Luca Potì, Amleto Antonica, Sasà Scarcella,  Mino De Iaco, Matteo Elia, Graziano Tartaglia e i giovani Enrico Dazzi, Mattia  De Donatis, Giovanni Quarta orgoglio novolese, Gianni Marasco, Commendatore e Vincenzo Carlà… questi sono tutti gli ingredienti di una compagine che sicuramente saprà fare parlare molto di questo campionato iniziato con il piede giusto.

 

{loadposition addthis}

 

 

 

 

 

 

 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCon Priebke scopriamo che Dio è in Terra, solo che non lo sapevamo
Next articleIn un giorno di pioggia (e di lavoro)