“VerImportanPipol”: lo spettacolo del cibo sano in scena a Lecce alle Knos

0
385
Regista, Verinormalpipol, Lecce, 13 maggio, Spettacolo, VerImportanPipol
Mauro Scarpa

Lecce – Le moderne abitudini alimentari, spesso dannose, ci stanno lentamente allontanando dalla consapevolezza di quanto sia di vitale importanza per noi avere un buon rapporto con il cibo. Difficile per molti riuscire a raggiungere con esso un equilibrio, una sorta di simbiosi con ciò che ingeriamo quotidianamente, poco consapevoli del fatto che una migliore qualità del cibo è direttamente proporzionale ad una migliore qualità di vita. Molte volte poi, diamo ancora troppo valore all’aspetto quantitativo degli alimenti, disposti a misurare accuratamente ogni singola caloria, tralasciando di fatto l’aspetto più importante, quello qualitativo del cibo.

A questo punto sorge spontanea una domanda: “Che cosa vuol dire mangiare sano?”, un interrogativo comune a molti, una tematica che per necessità siamo costretti ad affrontare ogni giorno, allora perché non farlo attraverso un momento di condivisione e riflessione come solo il teatro può dare? Da quella stessa domanda è infatti partito il regista Mauro Scarpa per la realizzazione di uno spettacolo teatrale da lui scritto e diretto.

VerImportanPipol”, questo il nome scelto per la rappresentazione promossa da Nahò che andrà in scena sabato 13 maggio presso le Manifatture Knoss a Lecce.

VerImportanPipol è più di uno spettacolo – ha dichiarato il regista Mauro Scarpa – è un incontro tra persone che lavorano nel settore Bio, attori professionisti, semiprofessionisti e musicisti. L’obiettivo è quello di comunicare come il cibo debba essere una scelta consapevole, basta sapersi ascoltare per capire ciò che ci fa bene. Noi diventiamo VerImportanPipol – ha concluso il direttore artistico – nel momento in cui compiamo azioni che contribuiscono al nostro benessere”

“Scelta” e “consapevolezza”, dunque, le parole chiave del progetto, ossia scegliere di mangiare sano consapevoli del fatto che ciò voglia dire nutrirsi di valori. Arrivare cioè a comprendere che, come recita uno degli slogan del progetto: “il cibo deve nutrire e non solo riempire”.

Per questo spettacolo, insieme sul palco, attori professionisti e persone che lavorano nel settore del benessere, dunque, uniti per un unico fine: sensibilizzare ad una dieta sana attraverso l’immediatezza del teatro.

VerImportanPipol, Lecce, 13 maggio, Nahò, Spettacolo
Stefania Quarta

L’idea dello spettacolo nasce un po’ per caso e un po’ per gioco – dichiara Stefania Quarta, titolare di Nahò – “VeriImportanPipol parte dalla necessità di fare formazione ed esplode nella necessità di lanciare un messaggio. La scommessa è stata quella di metterci in gioco e di esplorare un territorio a noi completamente ignoto, quello teatrale, e di farlo rispetto a tematiche di cui ci occupiamo ogni giorno, il cibo e l’alimentazione. Spesso siamo focalizzati su quello che mangiamo trascurando l’emozione e la modalità con cui lo facciamo. Abbiamo voluto leggerezza dove ci sono estremismi per lanciare il messaggio che l’importante è prendersi cura di noi stessi e del pianeta in cui viviamo“.

Lo spettacolo rientra all’interno di un percorso di formazione alternativo, curato da Mauro Scarpa e promosso da Nahò, in favore dei propri dipendenti, che ha come tema principale la comunicazione emotiva con l’obiettivo di sostenere una visione del cibo legata alla cura di sé, dell’ambiente, dei clienti. Nel corso del laboratorio teatrale, della durata di sette mesi, la formazione vocale è stata affidata alla vocal coach e musicoterapista Angela Albanese, mentre la sezione video al videomaker Christian Manno.

Appuntamento, dunque, a sabato 13 maggio, per uno spettacolo che farà “ridere, commuovere… e digerire”