Nannarè: il 6 aprile omaggio a Gabriella Ferri nel Teatro di Novoli

0
36

Novoli (Le) – Prosegue Novoli sounds good” la sezione dedicata alla musica di Passi Comuni, stagione serale del Teatro Comunale di Novoli, in provincia di Lecce, realizzata dalla residenza di Factory Compagnia Transadriatica e Principio attivo teatro con Comune di Novoli eTeatro Pubblico Pugliese con il sostegno della Regione Puglia (Assessorato all’Industria culturale e turistica – FSC 2014-2020). Sabato 6 aprile (ore 21 – ingresso 6 euro) appuntamento con “Nannarè – Dagli occhi al cuore. Omaggio a Gabriella Ferri“, un concerto spettacolo a cura del regista Luciano Melchionna di e con Emanuela Gabrieli(voce) affiancata da Carla Petrachi (piano), Alessandro Monteduro (percussioni), Giuseppe Spedicato (basso), Vincenzo Grasso (clarinetto). “Nella vita, come nel lavoro, è stata sempre una donna ‘controcorrente’: nel suo modo di fare, di vestire, di esprimersi, è stata sempre all’avanguardia”, così la definiva suo figlio Sieva jr. Per Federico Fellini era “un pagliaccio di razza” e l’immagine calza perfettamente: il pagliaccio è una figura misteriosa, è condannato a far ridere e ha dunque una sua latente ma costante tragicità. Gabriella Ferri, con la sua voce era ed è ancora capace di toccare le diverse corde dell’animo umano. Voce calda, potente, graffiante. Una voce che racconta. Un cuore assai rappresentativo della melodia italiana. Emanuela Gabrieli cantante e attrice salentina rende omaggio ad un’artista da lei sempre amata, un atto d’amore a chi ha ispirato l’artista.

 
Sabato 13 aprile (ore 21 – ingresso 6 euro), in collaborazione con Workin’ Label, la rassegna Novoli Sounds Good si concluderà con la presentazione ufficiale de La Fortuna“, nuovo progetto discografico del progetto “La Cantiga de la Serena“, prodotto da Dodicilune nella collanaFonosfere e distribuito, proprio dal 13 aprile, in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store on line da Believe Digital. Il trio pugliese è composto da Fabrizio Piepoli (voce, santur, chitarra, shruti box, percussioni), Giorgia Santoro (flauto, flauto basso, bansuri, xiao, tin whistle, scacciapensieri, cimbali) e Adolfo La Volpe (oud, cetra corsa, chitarra portoghese, bouzouki irlandese, saz, laud, armonium indiano, glockenspiel). La Fortuna è una raccolta di canti della tradizione popolare pugliese dal Salento al Gargano (ninnananne, tarantelle, pizziche) accostati ad antiche cantighe e romanze sefardite (espressione della cultura degli ebrei spagnoli) e splendide melodie delle tradizioni provenzale, arabo-andalusa e irlandese, antichi canti di gioia, di preghiera e d’amore. Un viaggio millenario nella musica del Mediterraneo, vero e proprio ponte culturale tra Oriente ed Occidente, tra i ritmi ipnotici ed incantatori della tarantella del sud Italia, le ammalianti melodie ebraiche, i tempi dispari della musica mediorientale e balcanica. Musiche che celebrano semplicemente la vita quotidiana. Un esempio importante di come diverse culture e religioni possano convivere pacificamente e sopravvivere nei secoli attraverso l’esperienza musicale, ed al tempo stesso la testimonianza di un’epoca in cui le tradizioni culturali appartenenti a popoli differenti si mescolavano ed arricchivano a vicenda in maniera naturale. L’etichetta Dodicilune, fondata e guidata da Gabrie le Rampino (direttore artistico) e Maurizio Bizzochetti (label manager) è attiva dal 1996 e dispone di un catalogo di oltre 250 produzioni di artisti italiani e stranieri. Distribuiti nei negozi in Italia e all’estero da IRD, i dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online, ascoltati e scaricati su una cinquantina tra le maggiori piattaforme del mondo grazie a Believe Digital.