Combattimenti Amorosi: concerto di canto barocco a Lecce

0
513

concertoBaroccoLecce“Combattimenti Amorosi”, domani, 26 giugno, ore 21.00, le sale di palazzo Turrisi, in via Marco Basseo 1 a Lecce, ospiteranno il concerto della classe di Canto Barocco del Maestro Gianluca Belfiori Doro del Conservatorio Tito Schipa. La musica barocca, termine usato per definire lo stile musicale evolutosi dopo la musica rinascimentale e prima dello sviluppo dello stile Classico, così come le altre forme d’arte del periodo, puntava a stupire e divertire l’ascoltatore.

I principali elementi caratterizzanti la produzione musicale di questo periodo sono i cambi repentini di tempo, i passaggi di grande virtuosismo strumentale o vocale e l’uso del contrappunto e della fuga, oltre a uno sviluppato senso dell’improvvisazione. Le coinvolgenti musiche di Monteverdi, Sances, Frescobaldi, Carissimi, con l’abile direzione del Maestro Francesco Scarcella, renderanno indimenticabile la serata.

Ingresso gratuito

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“El desayuno de los gauchos” viaggio nelle atmosfere musicali di Elisabetta Guido.
Next articleLecce, differenziare bene e subito conviene a tutti. In città diminuiscono i cassonetti ed aumentano i posti auto