Una metropolitana di superficie per “Cambia Novoli” con Antonio Pio Marzo candidato a Sindaco

0
730

Riceviamo e pubblichiamo

CambiaNovoliNovoli (Le) – Novoli, vuole cambiare, e l’opportunità di farlo c’è in occasione di questa tornata elettorale, attraverso il voto per il candidato Sindaco Antonio Pio Marzo.

I candidati del PD all’interno lista “Cambia Novoli”, Marco De Luca e Stefania Leaci, sono concordi nella bontà del progetto sviluppato dalla Segreteria Provinciale del Partito Democratico e promosso in questi giorni, durante la sua campagna elettorale, da Ernesto Abaterusso, candidato al consiglio Regionale con Michele Emiliano Presidente.

Il progetto a cui i candidati fanno riferimento è la metropolitana di superficie, che prevede lo sviluppo di tutta la rete ferroviaria del Salento, in modo da trasferire il trasporto di merci e persone dalla gomma al ferro. Ed è proprio in questo ambito che il nostro comune può svolgere un ruolo fondamentale per la nostra gente e per tutto il Salento. Lo sviluppo della stazione ferroviaria potrebbe permette a Novoli di essere al centro di un flusso importante di merci e di persone con un grande vantaggio per tutta l’economia del nostro comune.

Qualora il candidato sindaco Antonio Pio Marzo dovesse avere l’onere e il privilegio di amministrare Novoli nei prossimi cinque anni  il PD si impegnerà per realizzare questo sogno della “Novoli Station” per permettere alla nostra città di essere al centro del territorio non solo geograficamente ma soprattutto anche economicamente.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di Paisemiu.com

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, dopo 20 anni, torna a vivere il gruppo scout AGESCI
Next articleVolley, la “Evò Barbecue Volley Team” concede il bis e vince il campionato Uisp