Novoli, Piero Pella (Novoli in Comune): “Emergenza sanitaria: esistono o sono mai esistiti i servizi per sostenere le persone in maggiori difficoltà?”

0
689

Novoli (Le) – “Cittadini novolesi mi scrivono perché si trovano in un oggettivo stato di abbandono” scrive in una nota il consigliere di opposizione Piero Pella per denunciare, a detta dello stesso ed a nome del gruppo “Novoli in Comune”, “assenze e ritardi di un settore che a volte non riesce a garantire nemmeno i servizi essenziali, tanto da dover prevedere continue sollecitazioni da parte dei consiglieri di opposizione”.

Questo in sintesi il contenuto di una nota diffusa dal gruppo consiliare di minoranza “Novoli in Comune”, secondo il quale “la pandemia impone un capo settore al ramo, un ufficio adeguato ed un assistente ai servizi sociali in pianta organica, poiché a Novoli opera un professionista dell’ambito di zona”.

“I novolesi prendano atto che l’Amministrazione, in risposta ad una mia interrogazione in diretta streaming di inizio pandemia – scrive Pella – annunciò l’attivazione di uno sportello per assistenza psicologica in favore dei malati di covid e persone con disagio socio-economico. Ciò non non è mai avvenuto”.

Infine Pella presenta un piano straordinario sottoforma di mozione per l’emergenza sanitaria al solo scopo di istituire un servizio domiciliare finalizzato all’approvvigionamento alimentare e di beni primari, un servizio domiciliare finalizzato all’approvvigionamento farmaci, medicinali su prescrizione medica e accompagnamento presso presidi sanitari ed un servizio di consegna a domicilio per i nuclei indigenti impossibilitati al ritiro per comprovati motivi.

La mozione sarà presentata al prossimo Consiglio Comunale utile per ovviare, scrive Pella “alle negligenze di un’amministrazione che è incapace di fronteggiare la pandemia, mentre eccelle in affidamenti diretti sottosoglia con quote di co-finanziamento per strutture e immobili che rimarranno, ancora per tanti anni, contenitori vuoti senza un piano gestionale, incarichi professionali a professionisti e imprese non novolesi che affondano nella crisi, con le solite dirette web del Sindaco e gli sperperi di denaro pubblico, mentre la comunità sprofonda e le diseguaglianze sociali sono in continuo aumento”.

Si preannuncia un Consiglio Comunale molto delicato.