Novoli, Bilancio approvato ignorate le proposte del gruppo Cambia Novoli

0
674

consiglio comunale novoliNovoli (Le) – Alla luce delle risultanze del Consiglio Comunale avuto luogo il 31 agosto ultimo scorso, un fatto è assodato: la luna di miele fra maggioranza e opposizione sembrerebbe ufficialmente finita. Infatti, sono state bocciate tutte le proposte formulate dal gruppo capitanato da Antonio Pio MarzoCambia Novoli: 8 voti contrari – naturalmente quelli di Novoli Protagonista – e 3 voti favorevoli: Antonio Pio Marzo, Marco De Luca e Francesca Ingrosso. Per i consiglieri di Cambia Novoli è stata una mera scelta politica dell’amministrazione Greco; le proposte, infatti, erano state considerate sostenibili dagli uffici tecnici.

Di tutt’altro avviso naturalmente il primo cittadino, Gianmaria Greco“In un quadro generale di riduzione dei trasferimenti statali – ha affermato il sindaco – siamo riusciti a non aumentare la pressione fiscale. Non possiamo rallegrarci in quanto i tributi restano comunque alti, in conseguenza delle somme ereditate dalla precedente esperienza amministrativa, ma per questo motivo ci poniamo come obiettivo la riduzione della pressione fiscale entro il prossimo biennio. In linea di principio tanto ancora bisogna fare: questo nuovo percorso parte sicuramente dal contenimento delle spese, anche se già in parte sono state impegnate nel primo semestre dalla vecchia amministrazione, e continuerà con l’organizzazione di attività di contrasto all’evasione dei tributi”.

Proprio in merito a questo ultimo tema, infatti, il sindaco ha annunciato pubblicamente l’avvio di un’azione congiunta con l’assessore ai Tributi, Chiara Madaro e, una serie di iniziative volte a stanare gli evasori di Ici, Imu, Tari, che si nascondono nell’ombra. “Questo provvedimento – ha dichiarato – rappresenterà una svolta, in quanto finalmente dopo tante discussioni in merito si passa ai fatti. Non escludiamo che dal recupero delle sacche di evasione si possa calibrare una riduzione della pressione fiscale nel medio o, addirittura, nel breve periodo”.

Dai tavoli dell’opposizione l’attuale maggioranza è stata “accusata” di perfetta continuità con la Giunta governata a suo tempo da Oscar Marzo Vetrugno ,disattendendo quella discontinuità tanto auspicata in campagna elettorale.

A tal proposito il primo cittadino ha dichiarato: “E’ naturale discutere di continuità con la precedente amministrazione, in considerazione del fatto che in un bilancio di previsione approvato a settembre, buona parte dei capitoli sono già stati impegnati in dodicesimi, ma questo vale per tutti i bilanci degli enti che hanno vissuto un avvicendamento amministrativo. Chi tenta di speculare su questi argomenti di natura tecnica – ha concluso – cerca solo di confondere le idee ai cittadini, che sono comunque molto attenti alle dinamiche del loro paese, e sono in grado di comprendere le mistificazioni politiche”.