“Le donne e la politica. Esperienze a confronto”: un dibattito a Trepuzzi targato Meetup Trepuzzi5Stelle

0
854

Antonella LaricchiaTrepuzzi (Le) – “Le donne e la politica. Esperienze a confronto” è il tema dell’incontro che si terrà venerdì 19 febbraio alle ore 18, presso l’aula consiliare del Comune di Trepuzzi.

L’evento, organizzato dagli attivisti locali del Meetup Trepuzzi5Stelle, pone al centro del dibattito le difficoltà affrontate dalle donne che si occupano di politica.

Le quote rosa furono introdotte per incrementare la presenza femminile: hanno risolto il problema? Come si combinano passione, determinazione, impegni privati, con i vincoli e le regole imposti dalla politica? Sono alcune delle domande a cui tenteranno di dare una risposta, con la testimonianza della loro esperienza, Anna Blasi (già assessore alla Cultura del Comune di Trepuzzi), Daniela Donno (portavoce del Movimento 5 Stelle in Senato) e Antonella Laricchia (portavoce del Movimento 5 Stelle alla Regione Puglia). A moderare l’incontro sarà Ilenia Blasi, psicologa-psicoterapeuta.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, giovani e innovazione per la Fòcara. A lavoro per “Fòcara Social Club”
Next articleSquinzano, nessuna infiltrazione mafiosa queste le conclusioni del Ministro Alfano