Forza Italia, dura presa di posizione di Paride Mazzotta nei confronti dei “Ricostruttori”

0
222

Paride MazzottaLecce – In una nota il neoeletto coordinatore provinciale di Forza Italia, Paride Mazzotta, ha replicato al documento consegnato ieri mattina dal sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e dagli assessori e consiglieri del gruppo  consiliare di Forza Italia a Palazzo Carafa. Resta esclusa dalla firma dello stesso documento, seguito al rifiuto di adesione del coordinatore, la consigliera Nunzia Brandi.

“Siamo al ridicolo – scrive Mazzotta – Ho appreso di un documento firmato da consiglieri, assessori del gruppo consiliare di Forza Italia e dal Sindaco del Comune di Lecce, con il quale si rigetta la mia richiesta di adesione al gruppo consiliare. Ne prendo atto, con la consapevolezza che tutti coloro che hanno firmato quel documento si sono autoesclusi da possibili candidature alle prossime e future elezioni con il partito di Forza Italia. Tutti coloro che hanno apposto la loro firma sul suddetto documento, infatti, si prenderanno la responsabilità politica di esser andati in difformità con un atto del presidente Silvio Berlusconi, che ha riconosciuto il sottoscritto come referente dell’intera Provincia di Lecce. Siamo al paradosso – continua nella nota il coordinatore provinciale del partito forzista. Il gruppo dei cosiddetti ricostruttori predicano tanto per avere un dialogo aperto all’interno del partito, poi si celano dietro un documento, che di fatto rifiuta il dialogo e apre le porte allo scontro. Cosa temono?  Si dichiarano sicuri di avere un forte radicamento sul territorio, per poi firmare documenti ed escludere il coordinatore provinciale del partito in consiglio comunale? O questo è un chiaro segnale di nervosismo di chi ha compreso di aver perso le posizioni di privilegio che il partito gli ha riservato fino ad oggi?”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleTerza tappa del Campionato Nazionale di Footgolf e per il Salento tante emozioni
Next articlePaisemiu.com si rinnova: la nuova grafica al servizio dell’approfondimento