15 giorni di chiusura per un bar-paninoteca della movida leccese in via Ascanio Grandi

0
279

Lecce – 15 giorni di chiusura per un bar-paninoteca nel cuore della movida, in via Ascanio Grandi. Questa la decisione del Questore di Lecce, Leopoldo Laricchia, riportata nel provvedimento notificato ieri mattina al titolare dell’esercizio pubblico. Una decisone presa al culmine di più episodi con indubbi riflessi negativi sull’ordine pubblico e sulla sicurezza dei cittadini.

L’ultimo il 3 agosto scorso, quando un ragazzo di 17 anni è stato sorpreso dagli uomini della Squadra Mobile mentre cedeva una dose di hashish ad un altro giovane proprio davanti all’ingresso del locale.

Due mesi prima, precisamente la notte del 6 giugno, le Volanti della Questura erano intervenute in soccorso di un cittadino di origine albanese, trascinato fuori dal locale in condizione di evidente stato di ebbrezza e ripetutamente malmenato, con conseguente prognosi di 20 giorni a causa dei pugni ricevuti al volto.

Ed ancora, il 17 aprile scorso, l’operatore della Centrale Operativa della Questura, alle ore 3.30 circa, attraverso la telecamera di videosorveglianza, aveva assistito in diretta ad una rissa scoppiata dinanzi all’ingresso del locale, che vedeva coinvolte una decina di persone.

Il provvedimento, emesso dal Questore ai sensi dell’art.100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, si è reso necessario per impedire il protrarsi e l’intensificarsi di situazioni di pericolosità sociale e di illegalità a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.