A Veglie, “L’arte enoica di Arianna Greco”: un docu-film di Agnese Correra

0
644

Agnese CorreraVeglie (Le) – Si terrà venerdì 22 Aprile la presentazione alla stampa dell’ultimo lavoro cinematografico della regista salentina Agnese Correra. La conferenza stampa si svolgerà alle ore 11 presso la sede del Gal Terra d’Arneo, via Mameli, Veglie (Lecce).

“Vino su Tela” é un viaggio attraverso le terre di Puglia, dal Salento alla Daunia, che racchiude in sé molteplici viaggi: nel mondo del vino, nel mondo dell’arte, nella storia dell’artista, nella storia pugliese.
Il documentario intitolato “Vino Su Tela – l’Arte Enoica di Arianna Greco” è incentrato sulla storia di Arianna, pittrice salentina, che ha coniato la singolare tecnica dell’Arte Enoica, ovvero l’arte di dipingere utilizzando il vino al posto dei tradizionali colori.

I colori dei vini contraddistinguono tre importantissime aziende vinicole Pugliesi: CONTI ZECCA di Leverano, CONSORZIO PRODUTTORI VINI Manduria e GRIFO di Ruvo di Puglia.
Arte enoicaQueste importanti aziende, oltre ad aver sostenuto il film, sono anche parte attiva dell’opera.I fondatori ed i titolari di queste aziende intervengono raccontandoci la loro storia, la loro azienda, la loro passione e dedizione verso il nettare degli dei.

Il documentario, grazie alla particolare attenzione al territorio e ai suoi prodotti enologici e culturali, ha ottenuto infatti il supporto promozionale del Gal Terra d’Arneo e la sponsorizzazione della BCC di Leverano.
La presentazione del film documentario verrà impreziosita dalla talentuosa presenza di Francesco Zecca, attore e regista cinematografico e teatrale, che condurrà la serata di presentazione e visione al pubblico il prossimo 29 aprile alle ore 19 presso la BCC di Leverano.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleTutto pronto la ‘Notte di Inchiostro di Puglia’. Michele Galgano: “Abbiamo dimostrato che il Sud non è morto”
Next articleTrepuzzi, Taurino rilancia la propria candidatura : «Sono al servizio della mia città»