Villa Convento, secondo memorial Marco Vetrugno, Simone Mazzotta e Federico De Nigris

0
734

MemorialVilla Convento (Le) – Il gruppo sportivo Maria Ss del Buon Consiglio di Villa Convento, ha organizzato il secondo  Memorial dedicato a Marco, Simone e Federico,  tre giovani ragazzi tragicamente scomparsi.

Dal 9 al 16 settembre, sul campetto “Federico De Nigris”, a Villa Convento, si è svolto un torneo di calcio a 5 che ha visto la partecipazione di oltre 90 fra bambini e ragazzi.

Per il secondo anno consecutivo 12 squadre si sono contese il primo posto in una settimana di sport e amicizia.

Il torneo, secondo gli organizzatori, è stato quest’anno ancora più esaltante e il livello delle squadre in campo è cresciuto moltissimo rispetto al precedente anno.

Le squadre, suddivise in due categorie di gioco Esordienti (7 squadre) e Pulcini (5 squadre) erano: Villaconvento, Real Villa, Real Novoli, Santa Rosa, San Giovanni Vianney, Acaya, Caprarica e  Magliano.

Lo spirito del torneo, raccogliere sportivi e non attorno alla memoria di Marco Vetrugno, Simone Mazzotta e Federico De Nigris, in momenti di piena condivisione, è stato pienamente conseguito; fair play, amicizia e rispetto sono state le parole d’ordine della manifestazione.

Alla presenza della Delegata allo sport del Comune di Lecce, Nunzia Brandi, tutti i partecipanti sono stati premiati con coppa e medaglie e i migliori giocatori e portieri per categoria hanno ricevuto un riconoscimento.

Il torneo è stato vinto da Acaya nella categoria esordienti e San Giovanni Vianney nella categoria pulcini. Le squadre di Villa Convento si sono piazzate fra il terzo e quarto posto.

Con soddisfazione gli organizzatori rinnovano l’invito per il prossimo anno con la certezza di vivere  insieme a tanti bambini e ragazzi altri momenti di sport e pura amicizia.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleQuesta sera, a Lecce, Elisabetta Guido in “Let Your Voice Dance”
Next articlePerché il Lecce ha bisogno del sostegno incondizionato della tifoseria.