Di Piazza toglie le castagne dal fuoco: E’ “X” tra Lecce e Catania

0
91
FOTO: Stefano DI BELLA

LECCE- Il big-match tra Lecce e Catania termina con il segno X, un risultato che tutto sommato sta bene ai giallorossi, passati in svantaggio a seguito del rigore siglato da Lodi ma caparbi al momento di raggiungere il pareggio con Matteo Di Piazza, subentrato a Torromino e a segno alla prima occasione  utile.

Il Lecce tenta di proporre gioco sin dai primi minuti ma una serie di iniziative e pressando alto già nelle prime fasi di possesso del Catania, ma la prima conclusione arriva al 7’ da schema di calcio d’angolo, quando Riccardi tenta invano la sorte da fuori. I rossoazzurri rispondono inizialmente di rimessa, ma al 13’ si presentano al tiro con Di Grazia, il più attivo in zona offensiva, che spaventa Perucchini con un sinistro velenoso.

Da un errore del Lecce arriva il vantaggio del Catania. E’ il 18’ quando Arrigoni scaglia in area una punizione, dalla respinta di Aya parte il contropiede ospite, condotto da Di Grazia, solo contro Lepore, fino alle porte dell’area. Il 23 del Catania ha spazio e tempo per scagliare un forte destro sul primo palo, respinto difettosamente da Perucchini con le braccia. Sulla traiettoria s’avventa Mazzarani, atterrato da Di Matteo. Per l’arbitro è rigore e dagli undici metri Lodi batte Perucchini con un piatto centrale.

L’undici di Liverani incassa il colpo e non riesce più a proporsi, sbagliando appoggi e perdendo molti palloni a centrocampo. Al 29’ si riaffaccia il Catania, punizione di Mazzarani smorzata dalla barriera in angolo. Dalla bandierina c’è il terzo tempo di Bogdan che anticipa Perucchini ma, di testa, manda alto.

I giallorossi sembrano bloccati sulle gambe, Mancosu perde il tempo giusto su molte occasioni il duo offensivo Caturano-Torromino non riesce a trovarsi. Al 41’ c’è un timido colpo di testa dell’attaccante campano, imbeccato da un cross di Torromino, ma Pisseri para facilmente.

Il secondo tempo comincia a ritmi lenti, con il Catania che cerca di addormentare la partita e il Lecce ancora in difficoltà dal centrocampo in su. Al 9’ Caccavallo punge con un tiro da fuori ma la sfera termina sui cartelloni pubblicitari. Curiale, dopo una partita con pochi spunti, sfiora il pari al 20’. Nel mezzo Liverani cambia gli interpreti offensivi: fuori Torromino e Costa Ferrieira e dentro Di Piazza e Tsonev.

La mossa si rivela vincente e al 22’ il “Via del Mare” esplode. Corridoio vincente per Di Piazza, che arpiona il pallone, s’invola tra Bogdan e Tedeschi e, di fronte a Pisseri, insacca sul secondo palo.

La partita cambia diametralmente volto. Gli uomini di Liverani, che toglie dal campo Caturano per sfruttare i centimetri di Dubickas, appaiono tonici, sicuri dei propri mezzi e vogliosi di mettere alle corde il Catania. L’abbondante pioggia che si abbatte sul “Via del Mare” complica il lavoro ai ventidue in campo.

Nel finale, dopo due tentativi di Tsonev e Di Piazza non andati a buon fine, il Lecce conserva il pari che mantiene inalterato il vantaggio di quattro punti dal Catania secondo.

Il tabellino

Lecce-Catania 1-1

Lecce (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni (45’+4’st Marino), Mancosu; Costa Ferreira (13’st Tsonev); Caturano (31’st Dubickas), Torromino (13’st Di Piazza). A disposizione: Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Ciancio, Gambardella, Persano, Legittimo. Allenatore Fabio Liverani

Catania (4-3-3): Pisseri; Aya, Bogdan, Tedeschi, Marchese; Caccetta,Lodi, Mazzarani (24’st Rizzo); Di Grazia (36’st Semenzato), Curiale (36’st Ripa), Caccavallo (24’st Russotto). A disposizione: Martinez, Semenzato, Blondett, Bucolo, Fornito, Manneh, Esposito, Ripa, Lovric. Allenatore Richard Vanigli (Cristiano Lucarelli squalificato)

Marcatori 19’pt rig. Lodi (C )

Espulso Meluso (d.s. Lecce) dalla panchina per proteste

Ammoniti 16’pt Aya (C) , 16’st Pisseri (C), 19’st Curiale (C ), 19’st Cosenza (L)

Arbitro Lorenzo Maggioni di Lecco

Assistenti Marco Cecchi di Pistoia e Antonio Vono di Soverato

Note: pomeriggio piovigginoso, temperatura 14 °C. Spettatori 16838 (6942 abbonati, 9896 paganti), incasso totale 157205,67 euro (31189,67 quota abbonati, 126016,00 incasso paganti) Recuperi 1’pt, 4’st.