L’AIC vota per lo sciopero: slitta la prima giornata

0
296

lega proTanto tuonò che piovve: la battaglia tra l’AIC e la Lega Pro giunge ad un punto morto, infatti nella giornata odierna, a seguito di una riunione tra i vertici, l’Associazione Italiana Calciatori, in una nota firmata dal presidente Damiano Tommasi, comunica che i calciatori di Lega Pro non scenderanno in campo nella prima giornata di campionato, prevista per l’1 settembre, come protesta contro il desiderio di Macalli e della Lega Pro di approvare la nuova riforma sull’utilizzo dei giovani nella terza serie nazionale. La riforma prevede che i team che rispetteranno il requisito dell’età media di 24 anni potranno partecipare alla spartizione dei fondi erogati dalla massima istituzione del calcio semiprofessionistico, risorse collegate all’utilizzo in campo dei giovani. Di seguito il testo integrale della nota dell’AIC firmata dal presidente Damiano Tommasi:

“A seguito della riunione odierna l’AIC, stante il mancato accordo con la Lega Pro sui criteri distributivi delle risorse collegate all’utilizzo dei giovani, comunica che i calciatori di Lega Pro non scenderanno in campo in occasione delle gare programmate il prossimo fine settimana per la prima giornata del campionato 2013/14. La norma che vorrebbe imporre una determinata età media complessiva per chi scende in campo – quale vincolo d’accesso ad una parte delle risorse – presenta chiari profili di illegittimità, crea discriminazioni nei confronti dei calciatori e false aspettative sui giovani, impoverendo il livello tecnico della categoria a discapito dello spettacolo e della MERITOCRAZIA. L’AIC confida ad ogni modo nella possibilità di condividere una norma che, anche nel rispetto degli impegni precedentemente assunti, faccia scendere in campo chi merita, permettendo una corretta politica di valorizzazione dei giovani e la regolare ripresa del campionato”.

La battaglia tra i calciatori e l’istituzione Lega Pro prosegue e raggiunge il suo zenit, ora la palla passerà a Macalli e Ghirelli che, in ultime uscite televisive, appaiono disponibili a rivedere gli estremi dei loro provvedimenti. Il debutto del Lecce quindi slitterà al l’impegno casalingo dell’8 settembre contro la neopromossa L’Aquila.

Il Lecce, reduce dall’amichevole al “Vantaggiato” di Copertino, oggi ha osservato la giornata libera. La ripresa è prevista per domani alle ore 18:00, la seduta di allenamento sarà preceduta da una conferenza stampa di mister Moriero che farà il punto della situazione che vede quindi una settimana in più a disposizione per l’affinamento dei meccanismi, soprattutto difensivi visti i momenti di amnesia patiti dal reparto guidato da Gilberto Martinez nel test di ieri in quel di Copertino.

{loadposition addthis}