A tutto tondo

0
386

A tutto tondo

I GENERI DELLA SCRITTURA

La pressione
La pressione, o tratto, con cui si intende la colata di inchiostro che scrivendo depositiamo sulla carta, potremmo considerarla l’aspetto fisico, è la sua componente più espressiva, direttamente collegata con il dinamismo di base. Per l’esperto essa presenta delle affinità con la “libido“, energia inconscia  e con la “forza di volontà“, invece consapevole: il foglio è infatti un ostacolo all’azione della penna che stimola nello scrivente reazioni diverse a seconda della intensità della sua carica di energia. La pressione infatti si deve sentire e vedere. Nel caso specifico la pressione si presenta lieve: sensualità, necessità di dipendere da qualcuno, senso estetico, influenzabilità, poca volontà di imporsi.

La dimensione
La dimensione di una scrittura si misura dall’altezza della sua zona media. Per applicare il principio di espressione che collega movimento grafico e movimento fisiologico, pensiamo allo scrivente come ad una persona che cammina. Chi scrive medio/grande come nel caso specifico, ha la sensazione di dover percorrere una grande distanza  che richiede impegno ed energia; i suoi obbiettivi sono importanti e lontani e molto spesso irraggiungibili, attento ai particolari intorno a sé ed osservatore con scarsa volontà di confronto, introversione, desiderio di uno spazio tutto per sé.

La forma
Nel classico significato aristotelico la forma è principio di ordine ed unificazione, nel linguaggio corrente invece, ci riferiamo più spesso all’aspetto esteriore di un contenuto, a qualcosa di superficiale, di non strettamente necessario. In psicologia della scrittura, scegliendo il modo di comporre le lettere, diamo forma alla scrittura, compiamo un atto indispensabile per l’inserimento sociale e la costruzione della personalità. La scrittura sarà allora autenticamente personalizzata in età superiore ai 25 anni perché ricondotta alla sua funzione principale di tramite di un pensiero. Nel caso specifico ci si trova davanti ad una arrotondata: in questo segno c’è la filosofia del vivi e lascia vivere. La voglia di non far nulla, del disimpegno, torpore, spesso un distacco dalla realtà.

La fluidità
La fluidità dipende dalla scorrevolezza del gettito e dalla velocità di procedere verso gli altri. Nel caso specifico la mancanza di fluidità, la larga tra parole ( L T P ) denota l’ incapacità di andare verso gli altri, incoerenza, indecisione, inibizione, nervosismo e dipendenza dalle figure genitoriali.

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleRap, Mixa: dalle registrazioni in camera al primo album ufficiale
Next articleSeguendo stili diversi …