Lecce, ad Andria per una prova di carattere. Liverani: “Attenzione e determinazione”

0
81

Lecce– Un insidioso derby da conquistare per continuare a guardare tutti da lassù. E’ giorno di vigilia per il Lecce capolista del Girone C. Domani, con fischio d’inizio alle 20:30, si renderà visita alla Fidelis Andria.

Gli andriesi, fanalino di coda del torneo a 7 punti insieme alla Paganese, tenteranno di raccogliere punti per fare un balzo fuori dalla zona rossa della graduatoria e raggiungere posizioni più dignitose.

La missione non sarà delle più facili. La compagine biancoazzurra deve ancora togliere il fastidioso “zero” alla voce vittorie. I sette punti, infatti, sono frutto di altrettanti pareggi collezionati in queste prime undici giornate.

Il tecnico giallorosso Fabio Liverani ha presentato così la partita: “Domani ci attende una gara sicuramente non facile. Troviamo una squadra che è vero non ha mai vinto ma ha anche perso poco. La classifica dà delle dimensioni non veritiere alla gara“.

L’impegno del “Degli Ulivi” inaugurerà un tour de force importante che continuerà col turno infrasettimanale di martedì, quando il Lecce ospiterà la Casertana, e si concluderà sabato con la trasferta di Siracusa. “Ci aspetta un trittico di gare, a partire da domani, in cui sarà importante avere tutti gli effettivi a disposizione – ha chiosato Liverani -. Ci sarà bisogno di tutta la rosa. Dobbiamo continuare su quella che è la nostra strada, di prestazioni di attenzione e determinazione“.

Non sarà della partita Marino, infortunatosi in settimana, ma la retroguardia potrà beneficiare del rientro di Drudi. Sarà della partita sicuramente Matteo Di Piazza, voglioso di gol dopo la panchina dello scorso turno e qualche polemica di troppo per un post al vetriolo sul proprio account Instagram salvo poi chiarimenti.

Lo 0-0 di sabato scorso contro il Catanzaro ha fatto tirare una leggera boccata d’aria alla Fidelis Andria. Gli uomini di Loseto hanno recuperato una certa solidità difensiva, già fatta vedere nelle primissime battute di torneo e riacciuffata anche e soprattutto grazie al passaggio al 3-5-2 dopo le numerose esibizioni con il 4-3-3.

La cerniera difensiva, orfana del lungodegente Colella, era composta da Celli, Rada e Curcio, coperti dai rientri degli esterni De Giorgi e Pipoli. Davanti a Maurantonio, Loseto però potrebbe optare anche per l’ex Nardò Allegrini e per Tiritiello.

Proprio Diego De Giorgi, salentino di Martano, ha suonato la carica per la formazione andriese in settimana: “Se siamo in fondo alla classifica è evidente che qualcosa abbiamo sbagliato – ha dichiarato-. Siamo convinti, però, di meritare ben altra classifica e lo dimostreremo sabato contro il Lecce”.

Nella seduta di rifinitura, mister Loseto dovrà valutare le condizioni di Pipoli, non al meglio al pari della punta Croce. L’attacco, in caso di 3-5-2, potrebbe quindi essere affidato al duo Lattanzio (altro ex Nardò)-Scaringella. Se invece la soluzione sarà il 4-3-3 in rampa di lancio c’è Barisic.