FUTSAL LECCE, il carattere da ritrovare

0
346

Settima giornata di campionato di calcio a 5 FIGC serie C2 Quartiere La Rosa – Futsal Lecce 10-5

FutsalLecce – Ancora una volta una prestazione deludente per i ragazzi terribili che nelle ultime due gare sembrano aver perso il carattere. Perché, che si vinca o che si perda, in tutti gli altri incontri i leccesi avevano dimostrato carattere e personalità da vendere.

Un problema di mentalità dunque, da risolvere al più presto, per evitare danni peggiori al campionato, tutt’ora apertissimo.

La partita contro La Rosa ha dimostrato superiorità fisica dei leccesi ma un gravissimo vuoto caratteriale. Distrazioni ed errori hanno fatta ancora una volta da padrone.

Qualche scelta tecnica da rivedere, poca motivazione da parte di alcuni ragazzi che meriterebbero più fiducia e moltissima sfortuna sono stati il copione sgradevole di questa gara. Futsal Lecce ha, infatti, approcciato la gara con un po’ di superficialità, mancando quella concentrazione che gli avrebbe evitato di dover sempre rincorrere il risultato, con un batti e ribatti di gol e capovolgimenti di fronte. L’atteggiamento attendista voluto da Mister Vetrugno non si adatta a una squadra che dovrebbe poter imporre il proprio gioco, soprattutto con le squadre del proprio livello.  A sorpresa Mister Vetrugno schiera De Carlo, che aveva saltato diversi allenamenti e lascia in panchina un Musarò totalmente rivitalizzato e pronto al riscatto dopo la deludente prestazione contro Carovigno. Sono subito i padroni di casa a dettare il ritmo, con una serie di batti e ribatti che porterà ai pareggi di Giglio per due volte, a dimostrazione che maggiore condizione mentale avrebbe permesso ai leccesi di controllare agevolmente la gara.

Molta sfortuna in occasione dei calci da fermo: Arnesano prima e De Carlo poi, sbagliano i tiri liberi che avrebbero consentito in due circostanze il pareggio. Molti errori da parte di Vetrugno, Ingrosso e De Carlo in fase difensiva.

Il primo tempo si chiude con il risultato di 5-3 con tripletta di Giglio, c’è anche tempo per l’ingresso di Pagano e Giordano.

Nel secondo tempo Mister Vetrugno lascia inspiegabilmente in panchina per oltre 10 minuti di gioco Giglio e Arnesano. I leccesi non riescono ad essere incisivi e infatti subiscono uno dopo l’altro altri 5 gol.

Un arrabbiatissimo Musarò nulla può contro le incursioni avversarie coperte male dai compagni di squadra. Si cerca la reazione della squadra che non c’è, malgrado i due gol di Arnesano che riportano a -5 i leccesi.  Colucci si fa ammonire per un fallo evitabile e Mister Vetrugno da spazio a Persano, che fa il suo esordio Futsal sostituendo Urgese, che oggi non ha brillato, sebbene non siano imputabili a suoi errori molti dei gol subiti. Un Lecce da rivedere nel carattere e probabilmente anche nelle scelte tecniche, perché la squadra c’è e ha i mezzi per  far bene e puntare in alto.  Il mercato di dicembre dovrebbe garantire, finalmente il necessario cambio di rotta, che tutti si aspettano.

PagelleUrgese 5,5: non brillante, i miracoli a cui siamo abituati oggi non gli riescono, anche a causa di compagni di squadra distratti e colpevoli.

Persano 5: il suo esordio si caratterizza per degli errori ma anche per belle parate. Continuando a lavorare crescerà molto. 

Vetrugno 4,5: ancora una volta una prestazione al di sotto della sufficienza. Troppi errori che portano in gol gli avversari. La solita grinta si è un po’ persa per strada. Deve ritrovarsi.

De Carlo 5: ha bisogno di più allenamenti nelle gambe  per evitare errori in copertura e in fase offensiva. Più gioco di squadra da parte sua premierebbe le sue indiscusse doti.

Colucci 5: ancora poco incisivo, soprattutto in fase difensiva deve trovare concentrazione e tranquillità necessarie.

Giordano 5: gioca a calcio e non a calcetto. Deve ritrovare lo sprint delle gare precedenti.

Pagano 5: si muove molto ma non copre come dovrebbe, bisognerebbe sfruttare maggiormente la sua agilità.

Arnesano 6: il capitano è molto arrabbiato oggi e ne ha tutti i motivi. Segna due gol sebbene sbagli un tiro libero. È molto sfortunato ma avrebbe potuto fare di meglio se non avesse trascorso così tanto tempo in panchina oggi.

Musarò 6: gioca bene, facendo dimenticare la prestazione contro Carovigno. Difende e fa ripartire la squadra. Maggiore fiducia nei suoi mezzi curerà la demotivazione che lo assale.

Giglio 6,5: segna tre gol, potrebbe fare di più certamente, ma anche lui trascorre molto tempo in panchina. Ci mette il cuore e la rabbia. Gli si chiederà di prendere per mano la sua squadra nelle prossime gare.

Arbitro 5

{loadposition addthis}