“…e vennero dal mare”… Parte martedì 21 luglio la rassegna cinematografica a Porto Cesareo

0
313

Rassegna cinematografica Porto CesareoPorto Cesareo (Le) – Cinema a Porto Cesareo con protagonista il mare. Questo uno degli appuntamenti più importanti inseriti all’interno del ricco cartellone delle manifestazioni estive programmato nella marina jonica. 

Parte questa sera infatti, e durerà fino al prossimo 27 agosto, seguendo un preciso cronoprogramma, la rassegna cinematografica “…e vennero dal mare”, ideata ed  organizzata dal Comune di Porto Cesareo guidato dal sindaco Salvatore Albano in collaborazione con l’Area Marina Protetta Porto Cesareo diretta da Remì Calasso.

I film saranno proiettati in un apposito spazio allestito nel Piazzale della Pro Loco Cesarina e, come anzidetto, avranno come tema principale il mare, visto da diversi punti di vista e sfaccettature. Il cineforum si apre con  il docufilm “L’incredibile viaggio della tartaruga” pellicola appassionante ed imperdibile che tratta di ecologia. Poi ci sarà il tema della pesca (28 luglio) con il film “Il vecchio e il mare“, a seguire (6 agosto) su ispirazione dell’attualissimo tema dell’immigrazione che coinvolge le coste del Salento, vi sarà la visione del film “Quando sei nato“. 

Ultimo appuntamento il 27 agosto con un film d’animazione: spazio alla fantasia marina con “Ponyo sulla scogliera“. Inizio delle proiezioni ore 21.30.

Soddisfatti si sono detti gli organizzatori, che hanno invitato turisti vacanzieri e residenti a partecipare numerosi all’evento. “Con questa rassegna tentiamo di portare in piazza importanti temi che coinvolgono importanti argomenti culturali e ambientali per stimolare la riflessione e, perchè no, il confronto che ne potrà seguire”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleAbolizione del Corpo forestale dello Stato. Andrea Guido: “Non si cancellano con un tratto di penna 192 anni di storia”
Next articleXylella, Andriukaitis a Lecce: “Abbattere subito”